Strage sul lavoro: tre morti a Torino

Lettura 1 min

 Le vittime nel crollo della gru a TORINO sono Roberto Peretto, di Cassano d’Adda (Milano), 52 anni, Marco Pozzetti, 54 anni, di Carugate (Milano), Filippo Falotico, 20 anni, di Coazze (TORINO). I primi due sono morti sul colpo, il terzo poche ore dopo in ospedale, al Cto di TORINO,. Feriti un altro gruista, Mirzad Svrka, 39 anni, bosniaco e residente a Chivasso (TORINO), e due passanti, un uomo di 33 anni e una donna di 61, ora ricoverati, in codice giallo, al Cto. 

Si stava ultimando l’allestimento di una gru per la ristrutturazione della facciata di un condominio quando, in via Genova a TORINO, si e’ verificato l’incidente costato la vita a 3 operai e il ferimento di altre persone. Sono due gli impianti coinvolti nel crollo. Il primo e’ la gru vera e propria, fornita dalla ditta Loca-Gru. Il secondo e’ il mezzo – dell’azienda Calabrese – che serviva per l’assemblaggio. A collassare, e a piombare sull’altro, potrebbe essere stato il secondo ma la risposta potra’ arrivare soltanto dagli accertamenti tecnici. Gli operai farebbero parte di una terza azienda, del Milanese. Secondo una prima ricostruzione, erano sulla gru e sono precipitati da decine di metri di altezza. Uno di loro e’ finito sotto il contrappeso in cemento. Il braccio dell’automezzo della Calabrese si e’ spezzato in due, restando comunque agganciato alla base, ed e’ piombato sulla palazzina di fronte. La gru si e’ rotta in quattro parti. Il cantiere per la ristrutturazione e’ della societa’ Fiammengo.

Servizio Precedente

Va così bene che un italiano su quattro rivende i regali

Prossimo Servizio

Salvini: Per Morisi porte spalancate. Lui massacrato dai giornali

Ultime notizie su Piemonte