Piemonte verso l’arancione

Lettura 2 min

Segnano un andamento del contagio di nuovo in crescita i dati del pre-report settimanale, che portano quasi certamente il Piemonte in zona arancione. Per averne la conferma occorre attendere le decisioni del Cts e del Ministero della Salute, domani pomeriggio, ma i dubbi sono ormai pochi: l’Rt e’ cresciuto e, anche se di poco, si attesta sopra l’1, sia nel caso dell’Rt puntale (1.02) che nel caso dell’Rt medio (1.03), mentre anche oggi i nuovi positivi sono piu’ di mille, ben 1.454, pari al 6,8% dei 21.391 tamponi eseguiti. Se la pressione ospedaliera resta stabile, con un lieve incremento delle terapie intensive (dal 22% al 23%), aumentano i piemontesi in isolamento, che sono 12.239.

Le vittime registrate oggi sono venti, i guariti 728. Un quadro sempre piu’ arancione, dopo quattro settimana in giallo, che vuol dire divieto di uscire dal comune di residenza se non per motivi di salute, lavoro e necessita’, da rendere nell’autocertificazione; bar, ristoranti, gelaterie e pasticcerie chiusi tutto il giorno, eccetto per l’asporto e la consegna a domicilio; visite ad amici e parenti limitate al territorio comunale, nel numero di due persone al massimo. Il rischio di una terza ondata preoccupa i responsabili dei Servizi di Igiene e Sanita’ Pubblica (Sisp), ascoltati oggi dal Gruppo di lavoro della quarta Commissione del Consiglio regionale. “La nostra preoccupazione e’ che salti il contact tracing – hanno detto – e si generino ritardi rispetto alla presa in carico dei positivi. Al tracciamento si sono aggiunte le vaccinazioni, che sono ora la priorita'”. Quelle effettuate oggi sono state 10.078, di cui 5.749 ultra 80enni. A 408 e’ stata somministrata la seconda dose. Dall’inizio della campagna, dunque, si e’ proceduto all’inoculazione di 355.559 dosi (delle quali 136.580 come seconda), corrispondenti al 74,1% delle 480.150 finora disponibili per il Piemonte.

Servizio Precedente

Ipotesi stretta su scuola, ma la maggioranza fibrilla

Prossimo Servizio

Sottosegretario leghista all'Istruzione cita Dante. Ma è Topolino...

Ultime notizie su Piemonte