Borghezio, l’anima ribelle

11 Agosto 2020
Lettura 1 min

di Roberto Gremmo – Ha suscitato molto clamore la dirompente dichiarazione contro la svolta nazionalista della “Lega per Salvini premier” fatta ieri sera dall’ex europarlamentare Mario Borghezio. In un intervento alla trasmissione “In onda” il noto esponente politico ha infatti criticato duramente la politica imposta da Salvini che, a suo dire, ha abbandonato le tematiche identitarie e non si impegna nella difesa delle rivendicazioni autonomiste della Padania, posizioni politiche che Borghezio ritiene debbano essere al centro della politica di un movimento nato con l’esplicito obiettivo dell’indipendenza del Nord.   La sortita sorprendente di questo “soldato politico” con alle spalle una lunga militanza e che è stato il primo esponente del gruppo eletto al parlamento europeo in Centro Italia sembra sia stata accolta con favore da diversi vecchi iscritti Piemontesi della Lega Nord che, fra l’altro, mai sopportano la gestione verticistica del partito.                         

IL GIORNALE

Direttrice: Stefania Piazzo
La Nuova Padania, quotidiano online del Nord.
Hosting: Stefania Piazzo

Newsletter

Iscriviti alla nostra Newsletter!

Servizio Precedente

In Regione il trio leghista del bonus: a loro insaputa, o respinto o dato in beneficienza

Prossimo Servizio

Martina (Pd): questione Nord, grave non riconoscerla

Ultime notizie su Piemonte

TornaSu

Don't Miss