ASL ALESSANDRIA, VERSO LA PRIVATIZZAZIONE PARZIALE DELL’OSPEDALE DI TORTONA

Lettura 1 min

di Gigi Cabrino – Fa discutere la delibera dell’ASL Alessandrina di affidare tramite gara una parte dei servizi sanitari dell’ospedale di Tortona, nello specifico la gestione della attività di Recupero e Rieducazione Funzionale, della Piattaforma Ambulatoriale e del Pronto Soccorso per nove anni.
Da più parti ci si chiede se è questo l’orientamento generale in prospettiva della sanità locale.
“Una scelta di parziale privatizzazione della sanità pubblica tortonese che viene assunta al di fuori di un piano strategico e di un confronto nelle sedi istituzionali con i sindaci“ commenta l’onorevole Federico Fornaro capogruppo alla Camera di LeU.
Da parte dell’opposizione in Regione si denuncia un tentativo nemmeno troppo nascosto di vendere la sanità al migliore offerente.
Ancora Fornaro : “Sarebbe anche utile che l’assessorato regionale alla Sanità della Regione Piemonte si esprimesse su questa scelta e soprattutto sul futuro della rete ospedaliera e del potenziamento della rete della medicina territoriale nella provincia di Alessandria, grazie ai fondi del PNRR”.
Già, ma i fondi del PNNR arriveranno? E se si in che tempi vista la condizione azzoppata del Governo in carica solo per gli affari correnti?

Servizio Precedente

Centrodestra trova accordo. Divisi i seggi: 98 a Meloni, 70 a Salvini, 42 a Berlusconi. FdI ne darà 11 ai centristi. E il Cav: Ma noi saliremo al 20%...

Prossimo Servizio

Tre Italie alle elezioni

Ultime notizie su Piemonte