Vaccini, Sud, Fornero, sbarchi, Green Pass: se davvero non vanno giù perché il capitanissimo non stacca la spina?

Lettura 2 min

di Roberto Gremmo – La politica del Capitano ha tre volti: quello duro, antagonista e barricadero nelle ricorrenti ed ora anche un po’ noiose comparsate televisive, unito ad un grigio gregariato al banchiere Draghi per mantenere le poltrone ed infine all’ennesima meridionalizzazione del partito.

A reti ormai unificate, non vi è momento in cui non appaia sullo schermo un Capitano in assetto di battaglia che tuona contro quelli con cui è al governo, alcuni ministri più indipendenti degli altri e persino contro le normali regole di sicurezza che la non sconfitta di pandemia deve imporre.

Come ben hanno capito sempre più elettori che gli voltano le spalle, la sceneggiata col muso duro non è una cosa seria perché un partito davvero responsabile quando deve sostenere un governo che non lo soddisfa può puramente e semplicemente lasciarlo al suo destino. Cosa che la Lega per Salvini premier si guarda bene dal fare. Non va bene la politica sugli sbarchi? Stacchi la spina. Torna la vituperata Fornero? I ministri si mettano di traverso. La piazza  no vax ha buone ragioni? Il carroccio se ne faccia portavoce ufficialmente.

Non va bene il passaporto sanitario? Si dica chiaramente che Fedriga e Zaia sbagliano a sostenerlo. La Giustizia va riformata? Se ne imponga il cambiamento con delle leggi efficaci e non con un referendum prevedibilmente destinato a finir nel niente ed a restare una spuntata arma di distrazione estiva di massa.

Niente di tutto questi accade .E’ invece in atto una forte accelerazione della meridionalizzazione legajola con l’illusione di poter fare concorrenza ai fratelli della fiamma tricolore. Perciò nelle esibizioni televisive il capitanissimo esalta la follia del ponte di Messina, accetta che i fondi europei vengano come sempre quasi tutti gettati nel pozzo senza fondo del Sud e non muove un ciglio contro l’arruolamento colonialista di migliaia di insegnanti venuti a riempir la testa agli studenti del Nord. In un’Italia che si scopre patriottica ed unita solo per quattro medaglie olimpiche anche il Capitano dà una gran mano a conservare gli antichi privilegi. Finché la barca va. E a remare sono sempre i soliti.

Servizio Precedente

Decresetazione strage Bologna: Familiari, non prendeteci in giro

Prossimo Servizio

Pedofilia, arrestato parroco di Termini Imerese. L'accusa: prestazioni pagate con offerte dei fedeli

Ultime notizie su Opinioni