Unieuro 1 – Il mistero dell’ignoto corriere padano. E’ caccia al pacco annunciato

Lettura 4 min

di Stefania Piazzo – Giuro, mai più. Mai più un acquisto online su portale di Unieuro. La vicenda è banale, ma tocca un po’ tutti noi, diventati smanettoni da e-commerce per evitare contatti, per accedere ai negozi. E siccome ce n’è uno che dice di battere forte, sempre, piuttosto che acquistare dai colossi che non pagano le tasse, l’acquisto lo fai “in casa”. Scelgo Unieuro. Lì, di recente, abbiamo preso in famiglia anche due pc. Ma in negozio. Per fortuna.

Ecco i fatti. Ordino un prodotto. Di valore. Lo faccio online con consegna a domicilio. E’ sul portale di Unieuro, è un acquisto sicuro.

E UNIEURO UNO

Domenica 13 dicembre, la sera alle 20,20 sul cellulare vengo avvisata che l’ordine Xy è in consegna: “Gentile cliente, le ricordiamo che domani è prevista la consegna del suo ordine. Grazie per aver scelto Unieuro”.

Ma lunedì 14 dicembre, nessuno suona al campanello.

E UNIEURO DUE

Lunedì 14, sempre alle 20,20, arriva il secondo avviso di consegna. Identico a quello della domenica sera. “Gentile cliente, le ricordiamo che domani è prevista la consegna del suo ordine. Grazie per aver scelto Unieuro”.

Martedì 15 dicembre, nessuno suona al campanello.

Ho un’assenza di 30′ a ora di pranzo, lascio un vistoso biglietto sul campanello: Suonare a… . Ma ai miei genitori, pronti a sostituirmi nel breve intervallo, non suona nessuno. Piantono casa fino a sera ma nessuno bussa alla porta. Non ci sono avvisi nella cassetta delle lettere, come prevedono le modalità di consegna riportate sul sito di Unieuro. Non c’è documentazione di alcun tentativo di consegna.

Qualcosa non va.

Allora inizio a cercare risposte. Ma trovare indizi e certezze è un’odissea.

Dopo i due avvisi tutto sembra azzerarsi e ripartire dal via. Si torna al 13 dicembre. Sull’area personale che avevo aperto per seguire la consegna, tra un avviso e l’altro, so solo che il pacco è in transito. Non è dato sapere chi sia il corriere. E’ un mistero. Resta ignoto.

E’ certo che il pacco è in transito. In mano a chi e dove?

E UNIEURO TRE

Arriviamo, non dopo tribolazioni e chat, mail col servizio clienti, che poi vi racconto, ad un terzo avviso di consegna.

Venerdì 18 dicembre, ore 20,20: “Gentile cliente, le ricordiamo che domani è prevista la consegna del suo ordine. Grazie per aver scelto Unieuro”.

Ma per la terza volta, non suona nessuno. Non un avviso nella buca delle lettere. Il corriere si è dimenticato per la terza volta di passare? Che mistero…

E mentre nel palazzo assisto rassegnata e con un pizzico di invidia ad un via vai di pacchi Amazon dei vicini di casa che attendono e ricevono consegne puntuali, penso: solo il corriere che consegna per Unieuro ha problemi?

Insomma, anche il terzo avviso va a vuoto. Tre giorni a casa ad aspettare. Mica poco.

Dal servizio traking trovo questo. Dall’area personale stessa generica tracciatura.

Sul sito trovo solo faq con domande e risposte generiche, non c’è modo di saperne di più. Come ad esempio un banale, sicuro e opportuno “contatta il corriere”. No.

Vado su facebook e inizio una ricerca della pagina Unieuro. Apro una conversazione via messenger con Unieuro.

Eccola. Martedì 14 cerco di venirne a capo. Senza successo.

Se saltano la consegna, dicono all’assistenza, è perché hanno tanto da fare. Anche io ho tanto da fare. Ma se rimando un impegno avviso.

Allora ripasso l’origine del verbo consegnare, prima coniugazione. Dal latino dal latino consignare ‘sigillare, sottoscrivere, registrare’, derivato di signum ‘segno’. Ma qui non c’è né sigillo né segno di alcun passaggio.

Ma poi scopro che Unieuro non ha un contatto diretto col corriere. Leggere per credere. E poi in chat risponde un negozio, come scrivono. Ma come, non c’è un servizio clienti legato alla pagina fb della catena? Non capisco ma non so a chi chiedere e la conversazione prosegue.

Al telefono indicato c’è una ricerca per segreteria telefonica. Ripetono esattamente le stesse cose che leggo dal mio profilo personale. Cerco sul sito la sezione contattaci. Ma non c’è. Ci sono solo domande e risposte generiche.

Poi mi viene suggerito col codice di spedizione di contattare il corriere. Peccato non venga fornito al cliente. Non posso contattare nessuno. Perché il nome del corriere non è fornito. Da Unieuro ho solo il numero d’ordine e non un codice che tracci la spedizione né il nome dello spedizioniere. Come mostrano le schermate con la storia del pacco. Zero informazioni. Il corriere per me è ignoto.

Poi in chat mi dicono che la consegna martedì 15 è stata tentata ma non ero in casa. E allora se in quei 30 minuti sono passati perché non hanno lasciato nessuna traccia del loro tentativo?

Vado sul sito e infatti trovo questo al link https://www.unieuro.it/online/modalita-spedizione-consegna

ASSENZA DEL CLIENTE AL MOMENTO DELLA CONSEGNA

In caso di assenza del Cliente, il corriere lascia un avviso di passaggio nella cassetta della posta e ritenta la consegna il giorno lavorativo successivo. In caso di ulteriore assenza, il Cliente viene contattato direttamente dal corriere per effettuare un terzo tentativo di consegna. Qualora anche questo tentativo non andasse a buon fine, il prodotto rientrerà nei magazzini Unieuro S.p.A., con conseguente annullamento dell’ordine e successivo rimborso del prezzo di acquisto, secondo la modalità di pagamento scelta, a eccezione del costo del trasporto che rimane a carico del Cliente.

Ma niente di tutto ciò. Nessun segnale di fumo. Nessun avviso del passaggio. Sono passati davvero? Visto che il 14 non è venuto nessuno e pure il terzo avviso è andato buco, mi sa che qui qualcosa non torna. Mi faranno pagare il costo del trasporto? Mai dire mai….

E infatti anche il terzo avviso, quel “veniamo sabato 19 dicembre”, è andato a vuoto. Io ho piantonato l’albero di Natale tutto il giorno inutilmente.

Unieuro vende e si affida ad un corriere. Bene. Declinerà ogni responsabilità. Certo. Ecco, Unieuro sappia come vanno le cose. Chiedo solo: fatemi sapere che fine ha fatto il mio ordine, chi passerà, magari un giorno, per chiudere questa sfortunata scelta. In mano a chi è il mio acquisto. Mai più. Giuro.

Smanettando su google trovo la mail del servizio clienti. Espongo la domanda: che fine ha fatto l’ordine per tre volte dato in consegna certa?

Un risponditore automatico è quello che ci voleva.

Prometto aggiornamenti. Seguite con me la storia del pacchetto e dell’ignoto corriere. Ce la metterò tutta anche io.

(1 – segue)

Photo of Claudio Schwarz 

Servizio Precedente

Il lato oscuro della green economy e l’acqua calda scoperta del Ceo Toyota

Prossimo Servizio

VIDEO – I pescherecci sono arrivati a Mazara del Vallo. “Stabilizzare Mediterraneo”

Ultime notizie su Opinioni