Lo strappo polacco, la nuova crociata per i populisti sconfitti in Europa

19 Ottobre 2021
Lettura 1 min

di Stefania Piazzo – Ha ragione a dirsi preoccupata la presidente della Commissione europea davanti allo strappo polacco che mette in discussione i trattati. I trattati non sono perfetti né ci piace questa Europa delle prescrizioni e dell’omologazione. Tuttavia l’alternativa è tornare agli stati nazionali che rispondono solo a se stessi. A destra c’è Putin, e più in là la Cina.

“Noi siamo preoccupati per la recente sentenza della Corte costituzionale polacca. La Commissione europea sta valutando attentamente questa sentenza a posso pero’ gia’ dirvi oggi che sono fortemente preoccupata perche’ mette in discussione la base della Ue e costituisce una sfida diretta all’unita’ degli ordinamenti giuridici europei”, ha detto Ursula von der Leyen.

Per contro, non è certo l’Europa dei popoli quella della destra sovranista, che prende i voti di Forza Nuova e della marginalità dei no vax e no green pass. Non è quella l’Europa che ci immaginiamo. Ma non è neppure quella che volta le spalle alle scelte di Madrid che fa prigionieri politici gli indipendentisti. Alla faccia del diritto all’autodeterminazione.

Per quanto brutta sporca e cattiva io scelgo però ancora l’Europa rispetto al rischio di sovranismi che hanno come religione l’idolatria di Stato, le costituzioni intoccabili e la continua negazione di qualsiasi diritto dei popoli a rivendicare la propria identità.

Quella polacca sembra una seconda Brexit. A ruota arriverebbe l’Ungheria e l’Italia dei Borghi No Euro. Con il drappello di affezionati al passato. D’altra parte le campagne elettorali le ricordiamo, anche se sembra preistoria.

Il populismo sconfitto in Europa già alle scorse elezioni europee e di nuovo perdente nei confronti elettorali in giro per l’Italia, può trovare un nuovo respiro nello scontento, nel mugugno, nella palude dell’oscurantismo no vax. Dopo il Covid, sarebbe il peggior virus in arrivo. Anticorpi ne abbiamo? C’è una classe politica allertata? Il Nord continuerà a credere che il nemico è Bruxelles e non Roma?

Foto di Lucas Albuquerque

IL GIORNALE

Direttrice: Stefania Piazzo
La Nuova Padania, quotidiano online del Nord.
Hosting: Stefania Piazzo

Newsletter

Iscriviti alla nostra Newsletter!

Servizio Precedente

Scoppia la grana Polonia: “Ue non è uno Stato”. Von der Leyen: “Prima volta che si solleva incompatibilità con Trattati”

Prossimo Servizio

Cominelli: Salvini e Meloni hanno eccitato la rabbia… Capita a volte al domatore della tigre, entrato nella gabbia per esibirsi nello spettacolo del circo, di essere divorato

Ultime notizie su Opinioni

Ma davvero volete tassare pure le suore indiane?

di Stefania Piazzo – La nota che tre parlamentari di Italia Viva ci hanno inviato (onorevoli Gadda, Boschi e Fregolent) e che abbiamo pubblicato, fa accapponare la pelle. (qui la notizia: https://www.lanuovapadania.it/politica/legge-di-bilancio-arriva-la-tassa-sui-religiosi-extraeuropei-gadda-emendamenti-italia-viva-contro-contributi-quintuplicati-per-la-salute/)
TornaSu

Don't Miss