Lavori per lo Stato e lui non ti salda? Non puoi tardare a versargli le tasse. La sentenza choc e la beffa del cittadino: Che Roma non paghi non è imprevedibile, dovevi pensarci prima

11 Luglio 2024
Lettura 1 min

di Stefania Piazzo – Una recente sentenza è la fotografia dello Stato italiano: inaffidabile. Il suo nome è un numero, è la sentenza 12708, depositata il 9 maggio 2024 dalla sezione Tributaria della Cassazione. Che applica la legge, sia chiaro. Tutto in casa.

Un’impresa ha contestato che lo Stato, per il quale ha dato in locazione degli impianti per delle intercettazioni ambientali (eh sì, che beffa) ha tardato il pagamento del servizio. Che i ministeri, molti ministeri siano poco solerti nel dare al suddito quanto dovuto è un dato di fatto.

Lo Stato si intrufola nella nostra vita per una indagine, per accertamenti… Però, quello stesso Stato requisitore, indagatore, ma debitore, che ci destabilizza i bilanci aziendali, e le previsioni di spesa, gli investimenti, il pagamento degli stipendi ai dipendenti, non ha remore nel chiedere ora e subito all’impresa di pagare i tributi, senza ritardo. Anzi, non sono ammessi ritardi.

Tanto che la Corte di Cassazione ha affermato il principio (cinicamente burocratico, da esattore fedele) secondo il quale, visto che sai che lavori per un committente “infedele” nelle scadenze dei pagamenti, dunque “non imprevedibile”, dovevi mettere da parte più denaro per far fronte al medesimo infedele quando però viene a riscuotere da te quel che gli devi. Lo dovevi prevedere. La colpa è tua.

Insomma, anziché “mazziare” il ministero, la sentenza non concede attenuanti, cause di forza maggiore e condanna al proprio destino l’impresa che ha avuto l’imprudenza di non prepararsi ad un cliente per nulla affidabile. Lo Stato.

Uno Stato esattamente al contrario, feudale, che si dice essere una Repubblica fondata sul lavoro. Di certo, non sul proprio.

vedi anche https://www.rivistadirittotributario.it/2024/06/29/recentissime-dalla-cassazione-tributaria-cass-sez-trib-9-maggio-2024-n-12708-il-ritardato-pagamento-della-pubblica-amministrazione-non-integra-la-causa-di-punibilita-della-forza-maggiore/

IL GIORNALE

Direttrice: Stefania Piazzo
La Nuova Padania, quotidiano online del Nord.
Hosting: Stefania Piazzo

Newsletter

Iscriviti alla nostra Newsletter!

Servizio Precedente

Anci, alla Lombardia un taglio ai Comuni da 47 milioni. Comuni

Prossimo Servizio

Dl Agricoltura, peggio la toppa dello strappo. Gadda (IV), testo poco coraggioso, zero soluzioni

Ultime notizie su Opinioni

TornaSu