La Pasqua dei popoli è l’Europa delle regioni

Lettura 2 min

di Fulvio Curioni – Una rinascita quella di questa Pasqua, capace di agitare le nostre coscienze, in balia di incertezze più o meno note, quasi a suggellare la certezza assoluta del nostro quotidiano: il caos. Se da un lato la religione pare cedere il passo alla scoperta di un nuovo umanesimo la politica invece pare voler arrancare un nuovo progetto di sovranismo europeo fondato su di una restaurazione religiosa, la croce, la famiglia, lo stato paiono gradini da scalare per sedurre i popoli poveri e senza una meta.

Uno strano surrealismo tenta di sostituirsi a precise scelte di campo, da un lato il tentativo di egemonizzare l’Europa in nome della croce cercando di non farle fare memoria sulla sua unica fede: l’Europa dei popoli, l’Europa delle regioni e non quella delle religioni, siano esse laiche, economiche o di fede. Giorni di pasqua di una grande sfida in atto, trasversale e non da identificarsi nei singoli stati che paiono spazzati via dall’ansia da vaccini, una bella piccola sfida borghese, talmente piccola da giocarsi in pochi mesi e destinata a autoannientarsi sia dai mezzi di comunicazione quanto dalle menti o della gente.

Il tentativo fraudolento resta di accecare gli occhi delle persone distraendole dalla reale partita in gioco, annientandone le coscienze e le culture affinchè le risorse progettuali non vengano destinate ad una rinascita umanistica europea ricca di storia, tradizioni, culture, lavoro e futuro da amministrarsi in una Europa delle regioni. E cosi’ passano anche questi giorni di Pasqua, giorni di risurrezioni che sfidano la nostra pochezza di uomini e donne ancora troppo ancorati al gusto delle piccole cose, delle piccole vittorie, dei piccoli passi in avanti sempre con lo sguardo volto all’indietro e quindi immobili nella nostra mancanza capace di osare cose grandi nella rinascita, appunto.

Fulvio Curioni - Già dottore commercialista, oggi imprenditore agricolo
professionale.
Dal 2013 ad oggi revisore dei conti del Parco Adda Sud di Lodi. Laurea magistrale in Scienze Economiche.
Socio fondatore dell’associazione sindacale mediatori civili e commerciali e mediatori familiari Simed, socio fondatore della Associazione Culturale di Promozione sociale Adr Logos, con sede a Sant’Angelo Lodigiano (Lo).

Servizio Precedente

Un amore così grande

Prossimo Servizio

La Gran Bretagna riapre il 12 aprile. Altre tappe 17 maggio e 21 giugno

Ultime notizie su Opinioni