Il dribbling del Quirinale funzionerà?

Lettura 2 min

di Luigi Basso – Dicono che il dribbling di Garrincha si basasse sempre sulla stessa finta che, magicamente, ingannava però ogni volta l’avversario di turno.
Il parallelismo con quanto accade oggi nella politica italica è venuto naturale, leggendo della mossa di Mattarella che, visto lo stallo creato dopo la crisi di governo del Conte bis scatenata da Renzi, avrebbe chiamato Draghi a risolvere l’impasse.
Sembra infatti di rivivere la primavera 2018, allorquando lo scenario nato dopo le elezioni politiche assomigliava molto ad un rebus intricato.
Dopo mesi di trattative infruttuose Mattarella – Garrincha tirò fuori dal cilindro lo spauracchio Cottarelli e, dopo 3 giorni, nasceva il Conte 1.
Oggi, appunto, sembra che la convocazione di Draghi da parte di Mattarella – Garrincha sia un replay del maggio 2018.
Con una differenza enorme: all’epoca tutti abboccarono alla finta, oggi nessuno, neanche quei parvenu dei 5 stelle.


Infatti, a giudicare dalla reazione dei partiti alla trovata del Presidente – Fantasista, un coro unanime di comunicati tra il gelo e l’ostilità, sembra che la finta non sia riuscita.
Il PD e Forza Italia, senza neppure nominare Draghi, si sono detti pronti a salvare il Paese, che è un po’ come dire che vogliono bene alla mamma.
I 5 Stelle hanno mandato direttamente a quel paese Draghi.


Lega e Meloni vogliono le elezioni: dato che manca la legge elettorale e il disegno dei collegi è un modo elegante per dire a Draghi “vade retro”.
Insomma, per l’arrivo di un fuoriclasse come Draghi occorreva apparecchiare un reload in formato maxi del Fate Presto di Monti nel 2011.
Far entrare Draghi a Palazzo Chigi fra due ali di sbadigli e risate è un errore clamoroso, che danneggia uno dei pochi italiani credibili all’estero, da dimissioni presidenziali immediate.
La verità, anche se solo in parte, l’ha detta un renziano anonimo: Renzi ha asfaltato tutti.


Vero, ma non del tutto, appunto: Renzi ha asfaltato tutti, compreso se stesso e Draghi, anche grazie al dribbling del Garrincha.

Servizio Precedente

Il fallimento della rappresentanza politica. Gli incapaci al potere messi all'angolo

Prossimo Servizio

Merkel non commenta scelta Mattarella su governo Draghi

Ultime notizie su Opinioni