Il Consiglio federale ricelebra Salvini. Ma è venuto giù anche il muro di Berlino, quanto resisterà la cinta muraria leghista di Affori?

Lettura 1 min

di Cassandra – Non è successo nulla, in apparenza. I disastri politici sul Colle più alto non li “vede” nessuno e nessuno, ufficialmente, osa contraddire la rotta di Capitan Matteo. Il Consiglio Federale della Lega ha infatti dato “piena fiducia e mandato al Segretario di lavorare per creare, allargare e potenziare un’alleanza alternativa alla sinistra”. Lo comunica una nota del partito. Detto così sembra un ossimoro. Il giorno accostato alla notte. Poi, invece, si possono leggere le sfumature e interpretare la nota come qualcosa che prende le distanze dalla sinistra, ma anche dalla destra. Più al centro? O, più semplicemente, è ribadire che si sta nella divisione molto sommaria del bipolarismo inesistente? E poi, soprattutto, con quale legge elettorale?

Poi la nota del partito dice che all’unanimità è stata approvata la linea del “no a nuove tasse sulla casa e alla riforma del catasto; no a nuove restrizioni e – in tema di Dad a scuola – nessuna differenziazione tra bimbi vaccinati e non vaccinati; sì a un decreto urgente per aiutare famiglie e imprese col pagamento delle bollette di luce e gas; sì a un impegno più concreto per la difesa dei confini e la lotta all’immigrazione clandestina”. “Segretari cittadini, provinciali e regionali della Lega saranno già da domani al lavoro per raccogliere nuove adesioni ed avere entro febbraio più iscritti dell’intero 2021”, conclude la nota. 

Fin qui, nulla di nuovo, cose che già erano sul tavolo politico della Lega. Non serviva un Federale per ricordare l’evidenza. Hanno approvato quello che già si sapeva. Quello che emerge dal vertice è che apparentemente il muro di via Bellerio è ancora su. Che non ci sono crepe ma solo marce trionfali.

E’ venuto giù, in una notte, il muro di Berlino. Per quanto potrà resistere il muro di cinta giallo lombardo di Affori?

Foto di Danilo Perazzone

Servizio Precedente

Inchiesta Lfc, le motivazioni della sentenza su imprenditore bergamasco

Prossimo Servizio

Velletri, allevamento abusivo con 300 cani razza con placet funzionario pubblico, 3 arresti per corruzione

Ultime notizie su Opinioni