Il caso Ilaria Salis e quello di Doddore Meloni. Ma per lui, la politica e la stampa contro le manette in aula non si scandalizzarono

1 Febbraio 2024
Lettura 1 min

di Cassandra – L’Italia si indigna, e buona parte della politica pure, per il caso della milanese Ilaria Salis, incarcerata e portata a processo in Ungheria (accusata di un pestaggio a danno di militanti di destra a Budapest) ed entrata in aula incatenata mani e piedi.

L’Italia non si è indignata per il caso di Doddore Meloni, l’indipendentista sardo morto per sciopero della fame. Doddore a processo assieme ad altri per la vicenda del Tanko, mesi prima della sua dipartita, fu portato in aula a Brescia in barella, ammanettato. Ce lo ricorda il sito Serenissima.news. Che commenta così: “Per lui non abbiamo sentito le stesse proteste che udiamo oggi per Ilaria. I giornali non gli dedicarono una riga. I parlamentari non produssero indignate interrogazioni al governo. Il vecchio, debole, inoffensivo indipendentista in manette, per l’Italia andava bene”.

IL GIORNALE

Direttrice: Stefania Piazzo
La Nuova Padania, quotidiano online del Nord.
Hosting: Stefania Piazzo

Newsletter

Iscriviti alla nostra Newsletter!

Servizio Precedente

“Quelli del giubbino giallo”, le storie di solidarietà dei volontari Auser di Gallarate diventa un libro. On. Gadda (IV): Terzo settore, necessaria una programmazione condivisa

Prossimo Servizio

Protesta dei trattori, Gadda (IV): Il Governo non dica che è sempre colpa dell’Europa. Tasse, ritardi nei pagamenti, fondi Ue persi… Compiti a casa fatti male

Ultime notizie su Opinioni

Ma davvero volete tassare pure le suore indiane?

di Stefania Piazzo – La nota che tre parlamentari di Italia Viva ci hanno inviato (onorevoli Gadda, Boschi e Fregolent) e che abbiamo pubblicato, fa accapponare la pelle. (qui la notizia: https://www.lanuovapadania.it/politica/legge-di-bilancio-arriva-la-tassa-sui-religiosi-extraeuropei-gadda-emendamenti-italia-viva-contro-contributi-quintuplicati-per-la-salute/)
TornaSu