GLI UOMINI NON CAMBIANO – Giornalista tv molestata in diretta a fine partita. La consuetudine di minimizzare chi ci smanazza o “ci prova”

Lettura 10 min

 di Stefania Piazzo – Massì. Non farci caso, ha detto in diretta il conduttore alla collega Greta Beccaglia, palpeggiata come niente fosse mentre stava realizzando un servizio fuori dallo stadio a fine partita. Il collega si è poi scusato. Ma l’episodio è l’ennesima prova nel suo insieme della sottovalutazione, del poter fare ciò che si vuole davanti ad una donna. Toccarla, smanacciarla, provarci, ridere sul fatto di poterne approfittare. Perché tanto che vuoi che sia. Taci, mica te la prenderai….

E’ accaduto anche a me e non lo dimentico. Palpeggio verbale, invito da cerniera lampo abbassata. Richiesta di scambio di fotografie… Ero partita per una intervista, sono finita in un lupanare mentale di un uomo volgare e sciatto. Tollerato dagli amici. Macchisenefrega. Risolini, spallucce. E’ solo una bravata. Mica va isolato, quello che allunga la mano. Gli uomini non cambiano. Ecco alcune reazioni sul caso.

“È gravissimo e inaccettabile quanto accaduto ieri a Greta Beccaglia, violata nella sua dignità di donna e di professionista mentre svolgeva il suo lavoro. Non si minimizzi. Comportamenti sessisti come quelli che ha subito vanno chiamati con il loro nome e condannati senza se e senza ma. A Greta tutta la mia vicinanza e solidarietà”. Lo scrive su Facebook la Ministra per le Pari Opportunità e la Famiglia, Elena Bonetti. 

“Basta con la violenza sulle donne. La mia solidarieta’ alla giornalista Greta Beccaglia. Mi auguro che quelle inaccettabili molestie in diretta tv siano perseguite senza esitazioni”. Lo scrive su Twitter la presidente del Senato, Maria Elisabetta Casellati.

 “Nei confronti di Greta Beccaglia molestie inaccettabili. Chi compie tali volgarità verso una donna, mentre per altro svolge il suo lavoro, non è né un tifoso né un vero uomo. I responsabili siano identificati e puniti. Un abbraccio a Greta, professionista seria e donna combattiva”. Lo scrive su Twitter la presidente di Fratelli d’italia Giorgia Meloni.

“Voglio esprimere la mia vicinanza alla GIORNALISTA di Toscana Tv Greta Beccaglia, oggetto di inaccettabili frasi ed atteggiamenti sessisti da parte di un tifoso al termine della partita Empoli- Fiorentina. Tutti dobbiamo stigmatizzare questo genere di atteggiamenti che fanno male non solo a chi li subisce ma in generale a tutta la nostra società. All’indomani dalla giornata internazionale contro la violenza sulla donne, appare quanto più urgente sensibilizzare affinchè si abbattano definitivamente certe abitudini nei confronti delle donne”. Lo dichiara il sottosegretario di Stato ai Rapporti con il Parlamento, Deborah Bergamini.

 “Solidarieta’ totale alla giornalista Greta Beccaglia e condanna totale per il molestatore, che ha commesso un gesto vergognoso e molto grave. Ritroviamo la cultura del rispetto delle donne, altrimenti andremo avanti a contare i femminicidi a centinaia l’anno”. Lo scrive sulla propria pagina Facebook il sen. Roberto Calderoli, vice presidente del Senato.

“Come Giornalista e come donna voglio esprimere tutta la mia solidarietà a Greta Beccaglia, Giornalista di Toscana Tv, molestata in diretta. Mentre svolgeva il suo lavoro la Beccaglia, al termine della partita Empoli- Fiorentina, è stata oggetto di gesti volgari e frasi inaccettabili, da parte di un tifoso. Certe condotte non possono essere derubricate ad una ‘bravata’ ma stigmatizzate e condannate per quello che sono: una forma di violenza. Non è tollerabile che un simile gesto resti impunito”. Così afferma in una nota la senatrice Isabella Rauti, responsabile del dipartimento di Fratelli d’Italia, ‘Pari opportunità, famiglia, valori non negoziabili’. 

“Quanto e’ accaduto alla Giornalista Greta Beccaglia e’ una scena vergognosa che dovrebbe indignare tutti. Vedere che qualcuno lo consideri una cosa ‘normale’, addirittura sulla quale scherzare e’ inaccettabile. Bisogna ripristinare e diffondere la cultura del rispetto delle donne, unico antidoto contro ogni forma di violenza”. Cosi’ Vannia Gava, sottosegretario alla Transizione ecologica e capo dipartimento ambiente della Lega in un tweet.

 “Lo spregevole episodio di cui è stata vittima Greta Beccaglia conferma che le donne restano nel mirino di uomini che si comportano in modo indecente e probabilmente nemmeno si rendono conto della gravità dei loro gesti: temo che siamo di fronte a una normalità distorta che è balzata alla cronaca quasi per caso. Si capisca che non sono goliardate o fatti minori, ma che c’è un sostrato culturale duro a farsi scalfire, contro cui lottare. E non una sola giornata all’anno”. Lo dichiara Debora Serracchiani, presidente del gruppo Pd alla Camera.

 “Le molestie in diretta alla GIORNALISTA Greta Beccaglia di Toscana Tv durante un collegamento dallo stadio di Empoli costituiscono un episodio incivile che invece è stato derubricato dallo studio a semplice goliardata. Questo dice purtroppo molto sulla mancanza di rispetto verso le donne e su di una sub cultura sessista che a volte compare anche tra i più giovani. Il risvolto beffardo di questo brutto gesto è che le squadre erano scese in campo mostrando il simbolo della Giornata contro la violenza sulle donne. A Greta tutto il mio sostegno”. Lo scrive in una nota la presidente dei senatori di Forza Italia Anna Maria Bernini. 

“Solidarietà a Greta Beccaglia, la giornalista molestata mentre faceva il suo lavoro, nell’indifferenza generale. Non sono più accettabili nè le molestie nè chi le minimizza. Non possiamo più restare in silenzio e questa battaglia culturale deve partire da ognuno di noi. Come uomo e come rappresentante delle istituzioni ritengo doveroso farmi portatore di questo messaggio. Altro che ‘non te la prendere’, noi ce la prendiamo e siamo in tanti a dire basta!”. Lo scrive in una nota il presidente della Liguria e cofondatore di Coraggio Italia, Giovanni Toti. 

 “Chiedo scusa per le parole infelici usate nel momento concitato della diretta di sabato. In quel momento il mio unico interesse era di essere di aiuto a Greta. Ho sempre avuto in vita mia e nella mia carriera professionale un grande rispetto per e delle donne. Con grande sensibilita’, dando anche piu’ volte valore al tema delle pari opportunita’, condannando tra l’altro in ogni sede ogni forma di violenza sulle donne”. Lo afferma, stasera in una nota, il Giornalista Giorgio Micheletti, conduttore della trasmissione sportiva dell’emittente Toscana Tv che e’ stato criticato da piu’ parti per le frasi pronunciate nella circostanza delle molestie in diretta tv.

Questa volta le molestie le abbiamo viste in diretta tv, ma penso a quante donne sono costrette a subirle ogni giorno per strada, sul lavoro, sull’autobus. Episodi inaccettabili che ci confermano quanta strada ci sia ancora da fare. Forza Greta Beccaglia”. Lo scrive su Twitter Mariastella Gelmini, ministro per gli Affari regionali e le autonomie.

 “Quello che è successo a #GretaBeccaglia non è accettabile, non può essere derubricato in alcun modo. È un episodio di violenza vera e propria che va condannato senza esitazioni. Alla GIORNALISTA va la mia solidarietà”. Lo scrive su Twitter il presidente della Camera, Roberto Fico.

“Le molestie subite in diretta da Greta Beccaglia, giornalista di Toscana TV, sono un gesto ignobile, un attacco alle libertà di tutte le donne. Non possiamo rispondere ‘non te la prendere’. Anzi. Dobbiamo chiarire che ‘ce la dobbiamo prendere tutti’ per essere al suo fianco, perché lei senta la più sincera e profonda solidarietà. Non possiamo più derubricare a goliardia episodi che testimoniano atteggiamenti anche culturali assolutamente inaccettabili e rischiano di rivelarsi terreno fertile per quei fenomeni di violenza contro le donne che abbiamo unanimemente condannato proprio in questi giorni. Greta fai bene a prendertela. Noi, dopo aver visto il video, ce la prendiamo tanto e siamo al tuo fianco”. Così in un post su Facebook il presidente del M5S, Giuseppe Conte.

 “Solidarietà a Greta Beccaglia, la GIORNALISTA di ToscanaTv molestata da un tifoso mentre stava svolgendo il suo lavoro. Comportamenti simili non sono ‘bravate’ ma molestie. Nessuno si puo’ prendere la libertà di toccare una donna senza il suo consenso”. Lo scrive su Twitter Maria Elena Boschi, presidente dei deputati di Italia Viva.

Servizio Precedente

Positivo al Covid l'assessore lombardo Caparini. Lo ha reso noto il consigliere d'opposizione Usuelli. Test volontari per i consiglieri in Regione

Prossimo Servizio

Variante Omicron, Londra convoca il G7 dei ministri della Salute. Gli scienziati: più contagiosa ma non pericolosa

Ultime notizie su Opinioni