Fedriga: Su coprifuoco poco coraggio, si poteva fare di più

Lettura 1 min

 “Soddisfatto? Abbastanza. Ci sono dei notevoli passi avanti e ci sono dei punti ancora da migliorare. Nel complesso, direi più sì che no, con del lavoro da fare. Come regioni, siamo disponibili a continuare a dare il nostro apporto”. E’ quanto ha detto Massimiliano Fedriga, presidente del Friuli-Venezia Giulia e della Conferenza delle Regioni in un’intervista a ‘La Stampa’ a proposito del nuovo decreto sulle riaperture. “Bene lo spostamento in avanti del coprifuoco – spiega -, bene i centri commerciali aperti nel fine settimana, la possibilità di festeggiare i matrimoni, la riapertura di palestre e parchi tematici. E benissimo la modifica dei parametri per stabilire il colore delle regioni”. Al contrario Fedriga ritiene che “si potesse essere più coraggiosi sul coprifuoco. La data ipotizzata per spostarlo a mezzanotte è il 7 giugno, ma magari si potrà farlo prima. E la data del primo luglio per riaprire le piscine al chiuso mi sembra davvero troppo in là”. 

Servizio Precedente

E' morto Franco Battiato

Prossimo Servizio

"Vaccino fatto in casa ReiThera: trovare soluzione per ripartire"

Ultime notizie su Opinioni