BOH VAX – Green Pass e vaccini, Salvini contrario: Italiani non devono essere costretti a immunizzarsi

Lettura 1 min

“Oggi il Green pass, con i letti di terapia intensiva per fortuna vuoti al 98%, rischia di escludere dalla vita sociale piu’ della meta’ degli italiani”: ad affermarlo e’ il leader leghista, Matteo Salvini, in un’intervista a Libero. “Io mi sono vaccinato per libera scelta, ma non penso che tutti gli italiani debbano essere costretti a farlo”, ha affermato Salvini, “sono per l’informazione, non per l’imposizione, gli obblighi, le multe”. “Una famiglia (anche vaccinata) che andra’ in vacanza a ferragosto con una figlia di 14 anni”, si e’ chiesto il leader leghista, “dovra’ fare un tampone ogni volta per andare in pizzeria, in piscina o al parco giochi? Non si sta esagerando? E se il pass evita tutti i problemi, perche’ non riaprire in sicurezza anche le discoteche, con il pass? Ci sono in ballo 3.000 imprese, 100.000 posti di lavoro e, soprattutto, il diritto di milioni di ragazzi a vivere e divertirsi, in sicurezza”.

“Gli italiani sono persone di buon senso e rispettosi, non meritano altri problemi e altra burocrazia, penso soprattutto al mondo del turismo, del commercio e ai molti genitori con figli, alle loro difficoltà”, ha sottolineato il leader leghista, “almeno concedere tamponi salivari, rapidi e gratuiti a tutti, sarebbe utile. Quando il Green pass arrivera’ in Aula, presenteremo tutti gli emendamenti necessari. Le migliaia di persone che sono scese in piazza nel week end, molte delle quali vaccinate e informate, sono un fatto significativo: vanno ascoltate e capite, non censurate o insultate”.

Servizio Precedente

La ballata del Cerruti, il genio di Gaber

Prossimo Servizio

Vespignani: Contagi salgono. Attenti a non mettere in difficoltà ospedali

Ultime notizie su Opinioni