Film Commission, pm chiede giudizio immediato per Manzoni e Di Rubba

Lettura 2 min

Il procuratore aggiunto di Milano Eugenio Fusco e il pm Stefano Civardi hanno chiesto il processo immediato per Alberto Di Rubba e Andrea Manzoni, i due revisori contabili per la Lega in Parlamento, e per l’imprenditore Francesco Barachetti per il caso Lombardia Film Commission, ossia la presunta vendita gonfiata per 800mila euro di un capannone a Cormano. L’istanza, che si basa sull’evidenza della prova e che se accolta fa saltare l’udienza preliminare, sara’ valutata dal gip Giulio Fanales. Resta aperta la tranche su presunti Fondi neri per il Carroccio, mentre 2 arrestati, tra cui Michele Scillieri, hanno chiesto di patteggiare. 

I due revisori contabili per la Lega in Parlamento Manzoni e Di Rubba e l’imprenditore Barachetti sono agli arresti domiciliari. Per loro le accuse a vario titolo sono peculato, turbata liberta’ del procedimento di scelta del contraente a cui si aggiunge la contestazione di reati fiscali. I primi due inoltre hanno presentato un secondo ricorso al Tribunale del Riesame, questa volta contro la decisione con cui il gip, a fine gennaio, ha respinto una loro istanza di revoca della misura cautelare. Il Riesame aveva gia’ bocciato una loro richiesta di ‘annullare’ i domiciliari a ottobre. In piu’, sempre per il filone dell’inchiesta sulla presunta compravendita a prezzi gonfiati dell’immobile di Cormano, a fine mese, il gip Lidia Castellucci dovrebbe pronunciarsi sulle istanze di patteggiamento del commercialista Michele Scillieri (a 3 anni e 8 mesi) e del cognato Fabio Barbarossa (a 2 anni e 2 mesi) pure loro ai domiciliari. Con la richiesta di giudizio immediato sulla quale il giudice Fanales ha 5 giorni di tempo per decidere (l’esito pare scontato), la Procura mette un punto fermo sul capitolo che riguarda Lombardia Film Commission per proseguire con la tranche d’inchiesta che riguarda sospetti fondi neri raccolti dai contabili per Carroccio, nella quale sono confluite anche le dichiarazioni messe a verbale di Scillieri: il professionista, nel cui studio nel 2017 venne registrata la ‘Lega per Salvini premier’, ha parlato di soldi al partito. 

Servizio Precedente

Bossi, sto con Draghi. E Zaia: su pandemia discorso di buon senso

Prossimo Servizio

VIDEO - Il Veneto punta i piedi: avanti così finiamo di vaccinare tra due anni. Zaia: acquistare sul libero mercato

Ultime notizie su Lombardia