Piepoli: io, a 86 anni in Lombardia, in attesa del vaccino

Lettura 1 min

 L’oppio dei piepoli: con questo gioco di parole, il sito Dagospia riprende la denuncia del sondaggista Nicola Piepoli a ‘Un giorno da pecora’ a proposito delle vaccinazioni. “A 86 anni, in Lombardia, non so nemmeno ancora la data del mio vaccino – riferisce Piepoli – Mi hanno detto che non c’erano prodotti e che dovevo aspettare il mio turno. Allora mi sono riscritto nella stessa farmacia, dove ho finto di esser nuovo: mi hanno risposto che riceverò via sms o al telefono le indicazioni. Presto o tardi mi faranno l’iniezione, se non morirò prima… In quel caso, pazienza!”.

Servizio Precedente

La prima cosa giusta. Verso sospensione Patto Stabilità

Prossimo Servizio

Doccia fredda. Gelmini: Non è il momento di riaprire, attenzione fino al 15-20 aprile

Ultime notizie su Lombardia