Moratti sul caso Aria spa e mascherine: “Avevo contestato inadeguatezza. Con cambi ai vertici siamo tornati primi in Europa…”

Lettura 1 min

Letizia Moratti affida ad un commento sulla propria pagina fb la sua opinione sulla vicenda della fornitura di mascherine in Lombardia attraverso la gestione di Aria spa.

«Del tutto disordinata», così il tribunale definisce la gestione da parte di Aria spa, la centrale acquisti della Regione Lombardia, dell’acquisto di mascherine durante la pandemia.

La decisione del Tribunale conferma la bontà della decisione che presi, una volta arrivata in assessorato, di contestare l’inadeguatezza di Aria spa che stava rallentando anche la campagna vaccinale e di azzerare i vertici, affidando il servizio della piattaforma a Poste.

Purtroppo è anche la conferma di come soltanto a un anno di distanza dall’inizio della pandemia, e solo a seguito del mio arrivo, si prese la decisione più opportuna e giusta.

Quanto scritto nella sentenza conferma ulteriormente quanto fosse deficitaria la gestione di Aria spa, con la campagna vaccinale che non partiva e con anziani spediti anche a 100 km di distanza per le somministrazioni.

Con i cambi al vertici e il passaggio a Poste c’è stata una svolta che ci ha resi primi in Europa per vaccinazioni.

Servizio Precedente

Ratzinger e il ’68

Prossimo Servizio

BOLLETTE GAS, FORTE CALO A FEBBRAIO. NOMISMA: RIGASSIFICATORE A RAVENNA SE PIOMBINO NON LO VUOLE

Ultime notizie su Lombardia