L’accusa del sindaco di Bergamo, Gori: “Secretati dati dei decessi”. La Regione: falso, tutto alla luce del sole

Lettura 1 min

E’ un’accusa pesante quella lanciata dal sindaco di Bergamo, Giorgio Gori. In sostanza, sostiene che i dati non siano esaustivi e chiari.

E con un secondo tweet ha aggiunto: “Spero che il nuovo Dg della Sanità Marco Trivelli parta da qui, dai dati e dalla trasparenza”. Infine, con un terzo messaggio: “Aggiungo – ha scritto Gori – che non vengono comunicati neanche i dati dei positivi #Covid divisi per singolo comune”.

Secca la replica della Regione Lombardia, secondo la quale tutto è alla luce del sole. “Quanto scrive il sindaco di Bergamo, Giorgio Gori, non corrisponde al vero ed è privo di qualsiasi fondamento. La diffusione dei dati relativi al Coronavirus da parte di Regione Lombardia verso le autorità sanitarie e verso i mezzi di informazione non è cambiata e continua a essere la stessa. Sostenere, per alimentare la polemica politica e senza alcun riscontro veritiero, che la Regione ‘secreti’ i dati non fa onore a chi rappresenta le Istituzioni”.

Foto di Bergamo deserta di Betty Poli

Servizio Precedente

Tamponi, indietro tutta...

Prossimo Servizio

Via Calimero, ma è un fake. Sempre che non arrivi la Nuova Censura Unita...

Ultime notizie su Lombardia