IMPOSTE INEVASE, PD CHIEDE DIMISSIONI DEL SINDACO LEGHISTA DI POGLIANO MILANESE

Lettura 1 min

 “Le norme parlano chiaro: il Testo unico degli enti locali configura la condizione di incompatibilità nell’ipotesi in cui un sindaco abbia un contenzioso aperto con il Comune che amministra”. A dirlo sono la segretaria metropolitana del Pd Silvia Roggiani e il segretario locale Andrea Lazzaroni chiedendo le dimissioni del sindaco leghista di Pogliano Milanese Carmine Lavanga, il quale ha ammesso nel corso dell’ultimo consiglio di avere un debito nei confronti del Comune pari a 64.000 euro, a causa di rate Imu e Tasi non versate. Roggiani e Lazzaroni sottolineano che “l’incompatibilità non decade all’avvio della rateizzazione del debito, ma solo al momento dell’estinzione”. Per questo ribadiscono di volere le “dimissioni” del primo cittadino: “Non è accettabile che non paghi la tasse. Il sindaco Lavanga saldi i suoi debiti con l’amministrazione, nel rispetto dovuto alla collettività”, chiosano. (Fonte Dire)

Servizio Precedente

De Luca, proroga indagini per concorso in corruzione

Prossimo Servizio

Quarta ondata in Germania. Merkel: forti limitazioni per chi non si vaccina. La Turingia: Non cureremo i no vax

Ultime notizie su Lombardia