Il Sole delle Alpi alla Diada. Ma non lo porta più la Lega

Lettura 1 min

Arichiata la Diada del 2021, restano a parlare le immagini e la presenza di centinaia di migliaia di persone, 400mila secondo gli organizzatori. L’autodeterminazione resta nell’agenda dei catalani. Non più della Lega, anche la bandiera della Padania era nel lungo il fiume umano di Barcellona, portata da Alessio Anghileri, vicesindaco uscente di Biassono ora impegnato nella lista Biassono nel cuore, e da Siro Villa, fondatore dell’associazione La Fara.

L’importante è non ammainare mai una bandiera.

“Un grazie particolare – commenta Anghileri – a Joan Maria Vallvé i Ribera, già direttore della Generalitat catalan e del Parlamento catalano, per averci invitati e ospitati durante questo grande evento di libertà dei popoli. C’è solo da imparare, non da archiviare!”.

Anghileri, Valllvé e Villa a Barcellona
Villa, la presidente Laura Barras, Joan Maria Vallvè i Ribera e Anghileri nella sede del parlamento catalano
Servizio Precedente

Vaccini: oltre 3milioni di over50 senza copertura. Disinformazione pubblica su cure domiciliari

Prossimo Servizio

Fa niente se ci sono dirigenti scolastici ministeriali pagati più di un parlamentare e poi ci rifilano le classi pollaio

Ultime notizie su Lombardia