E la Milano delle Olimpiadi 2026 ha 3 fermate Metro senza ascensori per disabili

Lettura 2 min

di Max Rigano – “Tre fermate della metropolitana senza ascensori per disabili: a Milano una petizione per averne almeno uno”.

Una raccolta di firme ( http://chng.it/B9R6vTyw) che ha messo in fila oltre 1200 persone , voluta dall’Associazione di promozione sociale Milano Positiva e dall’Associazione Ledha per chiedere che almeno una delle tre fermate della metropolitana di Milano comprese tra Pasteur e Turro, si doti di uno scivolo o di un ascensore per disabili.

Le tre fermate (Pasteur, Rovereto e Turro, appunto) si trovano lungo un’arteria che collega il centro di Milano alla periferia di Sesto San Giovanni. La zona è densamente popolata e sono moltissimi i plessi scolastici. All’altezza di Rovereto si trova anche il noto parco Trotter, al cui interno si trova una grande scuola primaria conosciuta per ospitare la più grande comunità interetnica e multiculturale dell’intera città.


“È una battaglia di civiltà, dichiara il Presidente di Milano Positiva Gianni Zais, ci sono tre fermate senza neppure uno scivolo. Questo significa che chi scende alla fermata della metropolitana di Loreto deve percorrere oltre due chilometri e mezzo dovendosi muovere in un ginepraio di barriere architettoniche e alla consueta inciviltà di pochi, che ostacolano il libero movimento di chi si trova in carrozzella”. “Chiediamo che almeno uno degli scivoli venga per questa ragione posto a metà strada, all’altezza della fermata di Rovereto, dove si agevolerebbe anche l’accesso alla vicina scuola del Parco Trotter”.


La battaglia cominciata qualche mese fa sta cominciando a portare qualche frutto. Giovedi 17 settembre l’associazione avrà un incontro con l’Assessore alla mobilità Marco Granelli. “Milano è una città Stato – aggiunge Zais – e non è ammissibile che ancora oggi nelle fermate della metropolitana attrezzate di montascale in cui voglia accedere un disabile, si debba prenotare con 48 ore d’anticipo per avere il personale idoneo al trasporto”.

Difficile immaginarla questa situazione soprattutto durante le Olimpiadi che Milano ospiterà nel 2026.

Photo by Charles Deluvio 

Servizio Precedente

Governo impugna ordinanza Piemonte su misurazione temperatura a scuola

Prossimo Servizio

Piemonte, mancano 20mila cattedre

Ultime notizie su Lombardia