Da teste Guardia di Finanza i passaggi operazione immobile Cormano

Lettura 1 min

Proseguira’ anche il 25 maggio, data della prossima udienza, la deposizione dell’investigatore della Gdf di Milano Felice Salzano nel processo milanese, davanti alla settima penale del Tribunale, a carico dell’imprenditore Francesco Barachetti, accusato di peculato e reati fiscali per il caso della compravendita del capannone di Cormano, nel Milanese, che fu acquistato per 800mila euro dalla Fondazione Lombardia Film Commission. Soldi pubblici, secondo l’accusa, drenati dall’imprenditore assieme ai revisori contabili della Lega in Parlamento, Alberto Di Rubba e Andrea Manzoni, che hanno scelto il rito abbreviato (prossima udienza il 4 maggio). Oggi la testimonianza del militare della Gdf, con cui sono stati ricostruiti analiticamente, passaggio per passaggio, sia l’operazione immobiliare che i rapporti tra i ‘protagonisti’, e’ andata avanti fino quasi al tardo pomeriggio. E proseguira’ nell’udienza del 25 maggio e poi probabilmente in quella successiva i difensori faranno domande al teste in contro-esame. Udienze fissate anche per il 4 e il 17 giugno e per l’1 e per il 13 luglio. E’ ancora aperto, infine, il filone di inchiesta, sempre coordinato dall’aggiunto Fusco e dal pm Civardi, su presunti fondi neri raccolti dai contabili per il Carroccio.

Servizio Precedente

San Marino abolisce il coprifuoco

Prossimo Servizio

"Due chiacchiere" tra Cattaneo e Porta, interviene Pierluigi Crola con l'Associazione Gilberto Oneto

Ultime notizie su Lombardia