Coronavirus, morte 5 suore nel pavese

Lettura 1 min

 Sono state uccise dal Coronavirus cinque suore del centro sociale ”Padre Francesco Pianzola” di Mortara, diventato il più grande focolaio di coronavirus Covid-19 in provincia di Pavia. Delle 55 sorelle risultate positive al tampone, 5 sono morte e l’Ats di Pavia sta disponendo il trasferimento della maggior parte delle malate in un centro specializzato. ”Da domani – spiega il direttore generale Mara Azzi come riferisce Sir- il maggior numero possibile sarà trasferito in una struttura di degenza, una soluzione che si è resa necessaria in relazione all’elevato numero di operatori positivi, che pone un problema di continuità nell’assistenza”. ”Non c’è stato alcun campanello d’allarme -spiega Azzi – fino a quando non si sono manifestati i sintomi in contemporanea in più persone”.

Photo by Vladimir Šoić

Servizio Precedente

Inchiesta Pivetti: sequestro preventivo per 1,2 milioni di euro a ex pilota rally e alla moglie

Prossimo Servizio

I decreti del Governo che passano grazie alle "assenze" dell'opposizione. Come diceva Borghi, è la "fusione" tra Lega e Pd?

Ultime notizie su Lombardia