Caso camici. Perquisizione alla Dama spa

Lettura 1 min

Altro capitolo per le indagini sul caso camici lombardi. I militari del nucleo speciale di polizia valutaria della Guardia di Finanza si trovano negli uffici della “Dama spa” per fare delle perquisizioni. E’ quanto si apprende da ambienti vicini all’inchiesta sul caso camici che vede indagati, tra gli altri, il governatore lombardo Attilio Fontana e il cognato Andrea Dini, patron della “Dama spa”. L’attività dei finanzieri, su delega della Procura di Milano, è mirata alla ricerca di materiale probatorio in relazione alla mancata consegna dei 25 mila camici da parte della società di abbigliamento a Regione Lombardia sui 75mila previsti dall’affidamento diretto trasformato poi in donazione benefica.

Servizio Precedente

"Arrigo abbiamo un regalo per te". E' guarito dal Covid: il Parma Calcio gli consegna la maglia numero 92

Prossimo Servizio

Stato emergenza: si va avanti fino al 15 ottobre

Ultime notizie su Lombardia