Caritas, la Lombardia sempre più in affanno

Lettura 2 min

Sono un milione i nuovi poveri in Italia negli ultimi due anni. In Lombardia sono state 80mila le nuove richieste di auto alla Caritas pervenute negli ultimi dodici mesi e 20mila sono le famiglie lombarde (90mila in Italia) sovraindebitate, quindi a rischio sfratto e in condizioni di avere bisogno di assistenza. E’ la fotografia emersa durante il convegno dedicato alla povertà e all’emarginazione in Lombardia, tenutosi a Palazzo Pirelli e organizzato dall’Associazione Exodus per fare il punto e fornire un quadro aggiornato con dati e cifre sulla povertà nella nostra regione.

Ad aprire i lavori la Vice Presidente del Consiglio regionale Francesca Brianza: “La Lombardia è il traino dell’Italia, è uno dei quattro motori economici d’Europa. Purtroppo, però, anche nella nostra regione ci sono situazioni di grande difficoltà. Famiglie e persone della cosiddetta classe media sono scivolate ai margini. Regione Lombardia ogni anno fa un ‘Piano di intervento’ che prevede risorse importanti. Ma non basta. Perché le persone in difficoltà non hanno solo necessità economiche. Hanno bisogno, in primo luogo, di essere reinserite nella società e nella loro comunità di riferimento, in primo luogo con un lavoro”.

“La povertà di quarant’anni fa, quando era partito il progetto Exodus, era legata alla droga. Oggi si è allarga a 360 gradi -ha sottolineato don Antonio Mazzi, fondatore dell’Associazione Exodus-. Oggi sono caduti in condizioni di povertà professionisti e classe media. E oggi sono i giovani quelli in maggiore difficoltà. L’età media di chi finisce per strada si sta abbassando. I nuovi poveri spesso hanno una età di trent’anni o anche meno. Questo perché la povertà è cambiata. Oggi è fragilità, non è solo povertà di soldi, mezzi o casa. È, prima di tutto, fragilità psicologica. Una condizione devastante soprattutto per gli adolescenti che hanno sempre più bisogno di due punti fermi: la famiglia e la scuola. Perché oggi sono la mancanza di un progetto e di un futuro a rappresentare la vera povertà“. 

Servizio Precedente

Reguzzoni: Bossi interpreta quello che vuole l'elettorato del Nord. Immagino Zaia, Fedriga e Fontana sensibili a questo

Prossimo Servizio

Nord Est e Nord Ovest, il Censis: è lì che la crisi morde di più

Ultime notizie su Lombardia