Bergamo, Gori choc: anziani morti, nessun tampone né prima né dopo. Decessi 4 volte quelli ufficiali

Lettura 1 min

Sono parole di denuncia, che testimoniano “l’abbandono” sanitario del territorio bergamasco. Come quando in guerra i morti vengono gettati in fosse comuni e prima si copre la fossa meglio è. Ecco le parole del primo cittadino, Giorgio Gori.

“Ho chiamato una dozzina di sindaci per farmi un’idea: in quei comuni il numero dei decessi è all’incirca 4 volte quello ufficiale”. Sono parole affidate ad una intervista rilasciata all’Huffington Post.

“Molti anziani – ha spiegato – muoiono di polmonite a casa loro o nelle case di riposo, senza che nessuno abbia fatto loro un tampone, né prima né dopo il decesso”.

Default thumbnail
Servizio Precedente

E anche De Luca fa a meno della Protezione civile. Mascherine e respiratori recuperati subito in Cina

Default thumbnail
Prossimo Servizio

Donna lombarda, la canzone più antica della tradizione

Ultime notizie su Lombardia