Assembrati in 500 alla Pinetina, con la testa nel pallone

Lettura 1 min

Come nulla fosse. Neppure l’emergenza ferma il tifo. Tanto da non capire se più se sia una passione o una patologia. Il giornale online Juventusnews nei giorni scorsi dava notizia di 500 tifosi accorsi festanti, ammassati e incollati l’uno sull’altro, per salutare i beniamini dell’Inter alla vigilia di una grande partita, quella con la Juve.

Nessuno ha ricordato loro le disposizioni di sicurezza? Nessuno ha vigilato per evitare scene di questa fattura? Non serve commentare. Eppure Appiano Gentile è l’ombelico del mondo del calcio.

E il testo è ancora più incredibile:

“Domani sera (sabato 7 marzo, ndr) , all’Allianz Stadium, andrà in scena la sfida Scudetto tra Juve ed Inter, valida per la 26ª giornata di Serie A. Un incontro affascinante, sentitissimo già alla vigilia di quest’oggi”.

E come no! In barba agli inviti di stare a casa o tenere le debite distanze, alla Pinetina, si presentavano circa 500 tifosi dell’Inter per supportare la squadra in vista della partita di domani. “Una cornice di pubblico testimoniata da queste immagini che ha accompagnato la partenza della squadra di Conte”.

Cornice di pubblico? Ma questo è informare?

Tra i tanti commenti sui social questo vale qualsiasi altra considerazione:

“Credo che gli avvenimenti degli ultimi 60 minuti dimostrino in maniera inconfutabile come sia assolutamente vero che ogni popolo ha la classe politica che si merita”.

Default thumbnail
Servizio Precedente

Era tutto "sotto controllo", ma il governo il 1° marzo chiede alle Regioni: centuplicate i posti, raddoppiate la terapia intensiva

Default thumbnail
Prossimo Servizio

Chi ha il coraggio di fare disobbedienza fiscale?

Ultime notizie su Lombardia