Peste suina. Cinghiali in libertà, maiali da abbattere. La Lav contro la macellazione forzata di animali sani salvati dalle associazioni

Lettura 1 min

 “Immotivata per la tutela della salute, crudele nei confronti degli animali, da ritirare”. Lo scrive la Lav che annuncia un ricorso al Tar per l’immediata sospensione dell’ordinanza con la quale ieri il presidente della Regione Liguria, “per contrastare la diffusione della epidemia di Peste suina africana, ha incredibilmente ordinato l’l’immediata macellazione/abbattimento anche di animali sani, di tutti i maialini vietnamiti, i maiali, i cinghiali salvati da singoli e associazioni”. La Lav sta gia’ sostenendo una donna nel genovese che ha ricevuto una telefonata dal servizio veterinario locale con la quale le e’ stato intimato di portare alla macellazione il maialino da lei salvato, non malato, che tiene in perfette condizioni. L’associazione animalista invita “tutte le persone nella stessa situazione a non adempiere alla intimazione tanto piu’ poiche’ non scritta e di non permettere l’ingresso di estranei nelle proprieta’ per far prendere gli animali”. 

Servizio Precedente

Su Twitter bollino rosso sulle fake news

Prossimo Servizio

Confesercenti: aumenti del più 135% nelle bollette. Si chiude

Ultime notizie su Lo Zoo