VIDEO – Oipa: Roma, botticelle su strade infuocate. Raggi & C raccontano solo storie

Lettura 3 min

La sindaca Virginia Raggi in campagna elettorale promise l’abolizione delle botticelle.

Promessa non mantenuta. Il presidente della Commissione Ambiente di Roma Capitale, Daniele Diaco, aveva garantito il 18 giugno scorso l’arrivo in Assemblea Capitolina entro la fine del mese della delibera per l’eliminazione delle botticelle dalle strade della città, ma la delibera non è all’ordine del giorno delle prossime convocazioni. Inoltre, i cittadini attendono dall’Amministrazione Raggi l’emanazione della cosiddetta ‘ordinanza anticaldo’ per la tutela della salute dei cavalli.

«Senza il divieto di lavoro nelle giornate da bollino rosso, la vita dei cavalli delle botticelle è in serio pericolo e il limitarne il lavoro all’interno delle ville storiche resta una vana promessa», dichiara Rita Corboli, delegata romana dell’Oipa Italia. «Negli ultimi anni, l’ordinanza sindacale è sempre stata firmata entro il mese di giugno, in previsione delle giornate torride, come quelle di questi giorni, che possono causare malori e persino la morte dei poveri animali. Lo scorso anno era operativa sin dal 23 giugno, mentre nel 2016 il commissario straordinario Francesco Paolo Tronca la emanò addirittura il 25 maggio».

Le ordinanze emanate fino allo scorso anno vietavano il lavoro dei cavalli nelle giornate con ondate di calore di livello 3, quelle da bollino rosso secondo il bollettino della Protezione civile. In quelle giornate le ‘carrozzelle’ potevano circolare solo dalle 18 in poi, sempre che la temperatura non superasse i 30°. L’Oipa chiede inoltre che nell’ordinanza si vieti la circolazione anche al livello 2.

«I cavalli sono animali molto delicati e sensibili, soffrono moltissimo il caldo», spiega Corboli. «Ricordiamo che Virginia Raggi in campagna elettorale promise l’abolizione delle botticelle e ormai, a un anno dalla scadenza del mandato, i cavalli sono ancora sotto il sole infuocato e sull’asfalto bollente dell’estate romana».

L’Oipa ricorda che il 18 giugno le maggiori associazioni animaliste hanno manifestato in piazza del Campidoglio per la scarsa attenzione dell’Amministrazione capitolina nei riguardi della tutela degli animali, della gestione dei canili e dei cavalli delle botticelle (v. foto e video in calce). In quell’occasione è stata fatta dal presidente Diaco l’ennesima promessa non mantenuta, ovvero che la delibera per consentire il lavoro dei vetturini solo nelle ville storiche sarebbe approdata in Aula Giulio Cesare entro giugno. Tempo scaduto, ennesima promessa non mantenuta.

A difesa dei cavalli, l’Oipa invita la cittadinanza a denunciare alla polizia municipale (tel. 06 67691) le violazioni del Regolamento comunale per la tutela degli animali, come la circolazione tra le 13 e le 17 fino al 15 settembre, e, se arriverà l’ordinanza, anche le violazioni di quest’ultima. Come Oipa la renderemo nota appena sarà emanata.

Servizio Precedente

Ad Alzano Lombardo i primi casi sospetti già a novembre. Ats non se erano accorte?

Prossimo Servizio

In Veneto doppia coda per una visita. Alla faccia dell'eccellenza

Ultime notizie su Lo Zoo