L’italiano Andrea Cisternino bloccato vicino a Kiev nel suo rifugio per animali. Senza viveri e acqua circondato dai russi

Lettura 1 min

A quanto apprende l’ANSA l’ambasciata italiana in Ucraina, attualmente con sede a Leopoli, segue da vicino e con attenzione la vicenda di Andrea Cisternino, bloccato vicino Kiev nel suo rifugio di animali. “Sappiamo della sua situazione e seguiamo il caso”, si spiega. Dall’ambasciata, allo stesso tempo, si fa notare come la collocazione dell’italiano sia al momento difficilmente raggiungibile. Il 12 febbraio scorso, si ricorda, la Farnesina ha diramato il primo invito agli italiani a lasciare temporaneamente l’Ucraina visto l’aggravarsi delle condizioni di sicurezza.

“Mio marito si trova circondato vicino Kiev. L’ultima volta che lo ho sentito e’ stato 48 ore fa, mi ha mandato un messaggio per dirmi che sono vivi. Non hanno cibo ne’ acqua, manca anche l’elettricita’ e il telefono. La situazione e’ tragica. Ci stiamo attivando per far arrivare la Croce Rossa per portare viveri, ma serve l’accordo con i russi”. Cosi’ al telefono con l’ANSA Vlada Shalutko, Moglie di Andrea Cisternino, bloccato vicino Kiev nel suo rifugio di animali. 

Vlada Shalutko fa sapere di aver lasciato l’Ucraina dieci giorni fa e di trovarsi ora all’estero. “Ho deciso di andare via, ma lui e’ voluto rimanere li’ – spiega -. Ha sempre detto che non vuole lasciare i suoi animali”. “Da qui e’ difficile dare una mano – prosegue -. Un gruppo di amici di Andrea, con l’associazione Unitiperloro, sta cercando di aiutarlo, hanno contattato le autorita’ in Italia e hanno allertato la Croce Rossa, ma in quella zona c’e’ l’esercito russo ed e’ necessario trovare un accordo per un corridoio per far arrivare tutto il necessario. Lui non vuole lasciare il rifugio, ha detto in tutti i modi che da li’ non si muovera’ mai”. “L’ultimo messaggio da lui l’ho ricevuto due giorni fa alle 5 del mattino, poi piu’ nulla – fa sapere ancora -. C’e’ grande preoccupazione per lui e per i volontari ucraini che sono con lui al rifugio”. 

Servizio Precedente

GUERRA – La Turchia; accordo vicino, progressi nei negoziati. Ucciso vicecomandante flotta nel Mar Nero

Prossimo Servizio

Zelensky: Noi come ebrei durante Shoah. Insorge Israele: Paragone con olocausto oltraggioso

Ultime notizie su Lo Zoo