Emergenza cinghiali, fauna fuori controllo. Agricoltori in piazza in tutta Italia

Lettura 1 min

Sono giunti in piazza Citta’ Lombardia a Milano da tutta la regione gli agricoltori e gli allevatori per lanciare il loro grido d’allarme contro l’invasione dei cinghiali che, spiegano i manifestanti, “con l’emergenza Covid hanno trovato campo libero in spazi rurali e urbani, spingendosi sempre piu’ vicini ad abitazioni e scuole fino ai parchi dove giocano i bambini”. E’ presente – spiega Coldiretti – tra l’altro una nutrita delegazione di agricoltori bresciani, accompagnati dal direttore della Coldiretti di Brescia Massimo Albano e da numerosi esponenti delle istituzioni locali e sindaci con i gonfaloni, assessori di Comunita’ montane e rappresentanti di Anci. “Gli animali selvatici – sottolineano i manifestanti – distruggono produzioni alimentari, sterminano raccolti, assediano campi, causano incidenti stradali con morti e feriti e si spingono fino all’interno dei centri urbani dove razzolano tra i rifiuti con pericoli per la salute e la sicurezza delle persone. Un’emergenza nazionale che ha ormai oltrepassato il limite di guardia e che ha spinto gli agricoltori esasperati a scendere in piazza in contemporanea in tutta Italia, a partire da piazza Montecitorio a Roma”. Nella piazza si vedono cartelli con le foto degli incidenti provocati sulle strade e dei danni nelle campagne ma anche con scritte come “Noi seminiamo, i cinghiali raccolgono”; “Chiuso per cinghiali”, “Difendiamo il nostro territorio” e “Niente lockdown per i cinghiali”.

Servizio Precedente

Giappone verso nuovo stato emergenza. Olimpiadi, rischio stadi vuoti

Prossimo Servizio

Qualcuno voleva togliere il diritto di voto agli anziani. Ci sono riusciti con gli errori sanitari

Ultime notizie su Lo Zoo