ANIMALI IN COSTITUZIONE. OK DELLA COMMISSIONE. OIPA: RIFORMA IN LINEA CON IL TRATTATO LISBONA DEL 2007, CHE RICONOSCE GLI ANIMALI COME “ESSERI SENZIENTI”

Lettura 1 min

Il primo passo verso l’inserimento della tutela dell’ambiente e degli animali in Costituzione è stato fatto: la proposta è stata approvata oggi dalla Commissione Affari costituzionali di Palazzo Madama.

«Auspichiamo che la riforma, sollecitata da tempo da noi e dalle altre associazioni animaliste, presto sia approvata dal Parlamento. Sancire in Costituzione che “la legge dello Stato disciplina i modi e le forme di tutela degli animali”è un segno di maturità e di coscienza giuridica», commenta il presidente dell’Organizzazione internazionale protezione animali (Oipa)Massimo Comparotto. «Ringraziamo i senatori per la sensibilità e il presidente del Consiglio, Mario Draghi, che nelle sue dichiarazioni programmatiche si era impegnato a favorire questa decisiva riforma per l’inserimento in Costituzione della tutela dell’ambiente, oltre che del concetto di sviluppo sostenibile. Nella parte riguardante gli animali è una riforma in linea con il Trattato di Lisbona del 2007, che li riconosce come “esseri senzienti”».

Servizio Precedente

Il 15 giugno riapre Gardaland

Prossimo Servizio

Commissione sulla giustizia al Sud, si scatena l'ira dei magistrati

Ultime notizie su Lo Zoo