Ultimatum russo a Mariupol: “Deponete le armi dalle 14 di oggi”

Lettura 1 min

Un nuovo ultimatum è arrivato nelle scorse ore dal ministero della Difesa russo per la resa dei combattenti ucraini che resistono nella città assediata di Mariupol, nell’acciaieria di Azovstal. La Russia, ha riportato il Guardian dando notizia di una dichiarazione diffusa alle prime ore di oggi, afferma che “ancora una volta” offrirà all’Ucraina la possibilità di “smettere di combattere e deporre le armi” dalle 14 di oggi, ora di Mosca (le 13 in Italia). (Rak/Adnkronos) 

Servizio Precedente

"Grazie al Pnrr, Sud ponte naturale tra l'Europa e l'Africa". Se lo dice la Carfagna...

Prossimo Servizio

Mosca pensa a "sanzioni" per la stampa. Una tassa sui visti

Ultime notizie su GUERRA IN EUROPA