Bombe russe antibunker su acciaieria Mariupol

Lettura 1 min

L’acciaieria Azovstal di Mariupol sarà liberata “oggi stesso dai nazionalisti ucraini”. Lo afferma su Telegram il leader ceceno, Ramzan Kadyrov, lo riporta Ria Novosti. “Oggi, con l’aiuto dell’Onnipotente prenderemo completamente Azovstal”, le sue parole.

Le forze russe hanno sganciato bombe anti-bunker sull’acciaieria Azovstal di Mariupol, dove si trovano centinaia di civili oltre a membri del reggimento nazionalista Azov. Lo ha detto il comandante del reggimento, il tenente colonnello Denys Prokopenko, comandante del battaglione Azov, citato da Sky News. Prokopenko ha affermato in un videomessaggio che i russi hanno utilizzato queste bombe pur sapendo che civili si trovano ancora nei tunnel del grande impianto. La settimana scorsa il consigliere del sindaco di Mariupol, Petro Andriushchenko, aveva affermato che i russi erano pronti a bombardare la Azovstal con bombe ad alto potenziale esplosivo come le FAB-3000.

Un video che sembra mostrare donne e bambini che si rifugiano nel seminterrato dell’acciaieria Azovstal nella città portuale ucraina assediata di Mariupol è stato pubblicato ieri sera su Telegram dal battaglione Azov. Lo riferisce Cnn. Il comandante del battaglione, il tenente colonnello Denys Prokopenko, ha anche affermato che le forze russe stavano sparando “volontariamente” sull’impianto, una delle ultime aree sotto il controllo ucraino della città. 

Servizio Precedente

“Stop mascherina sui mezzi pubblici”. La sentenza in Florida

Prossimo Servizio

“Con Donbass e Crimea per Putin raggiunti due terzi degli obiettivi”

Ultime notizie su GUERRA IN EUROPA