Romagna mia! La lezione: spiagge in sicurezza senza aumentare i prezzi

Lettura 4 min

di Giuseppe Olivieri – “Noi siamo qui ad aspettarli col sorriso stampato in viso”. Il buon sangue romagnolo non mente nemmeno in questa occasione. Dopo tanti timori, dopo tante incertezze, finalmente il 30 maggio, Maddalena ha riaperto lo stabilimento balneare Stella Marina di Cattolica, che gestisce con la propria famiglia ed alcuni soci.
L’abbiamo raggiunta per chiederle le sue sensazioni pochi giorni dopo la tanto desiderata apertura.
“Quelle appena trascorse sono state settimane impegnative che ci hanno coinvolto non solo nelle consuete attività di riapertura, ma anche nella lettura ed interpretazione dei protocolli anti Covid emessi dalla Regione Emilia Romagna”.


Quali sono le norme principali a cui vi siete dovuti attenere?
“Nel rispettare i protocolli siamo stati costretti a posizionare gli ombrelloni garantendo ad ognuno una superficie di almeno 12 mq. Per un’ulteriore sicurezza noi abbiamo scelto di prevedere per ognuno un minimo di 13,5 mq. Su tutta la spiaggia i nostri clienti troveranno una serie di prodotti monouso e gel disinfettanti. Con gli strumenti di cui ci siamo dotati provvederemo ad igienizzare le aree giochi, i lettini, le sedie, le sdraio, le aree comuni e tutte le altre attrezzature più volte durante il giorno.”
Come sono le vostre sensazioni in merito alla stagione appena iniziata?
“E’ prevista una parziale riapertura degli alberghi nel prossimo fine settimana, anche se molti apriranno a partire dalla fine di giugno. Purtroppo la grave crisi economica che la pandemia sta portando costringerà molte strutture alberghiere a non riaprire, con una grave perdita per il tessuto economico della nostra terra.
Noi, dopo tante disdette, stiamo ricevendo prenotazioni principalmente per luglio ed agosto e siamo fiduciosi sull’afflusso da parte dei nostri clienti, nonostante i timori che ancora notiamo dalle telefonate e dalle email che riceviamo. A questo proposito ci tengo a precisare che tutto quello che si potrà offrire in sicurezza sarà offerto. Nulla sarà presentato senza garantire gli standard previsti dalle normative e dal buon senso”.


Avrete però bisogno della collaborazione dei clienti.
“Sarà fondamentale! La regola più importante è il rispetto del distanziamento. Le norme sono chiare e riportate sui cartelli esposti. Non abbiamo l’intenzione di svolgere le funzioni di forze dell’ordine. Per questo contiamo sulla collaborazione ed il buon senso da parte di tutti.”
Il costo dei dispositivi di protezione e la diversa organizzazione porterà ad un aumento delle tariffe?
“Assolutamente no. Nonostante tutte le spese per garantire l’igienizzazione di tutto lo stabilimento e nonostante abbiamo posizionato il 30% in meno degli ombrelloni, le tariffe non sono state aumentate rispetto al 2019. Da buoni romagnoli abbiamo pensato di garantire il miglior servizio alle migliori condizioni economiche.”
Prima di salutarla, veniamo colpiti dal suo sorriso. Lo stesso con cui attenderà i prossimi turisti.
“Noi siamo ottimisti per natura e vogliamo mandare un messaggio positivo a tutti quelli che stanno pensando alle loro vacanze al mare.”
Nonostante le tante difficoltà, la Romagna è già pronta per un turismo in sicurezza.

Servizio Precedente

Regalo di governo: ai 224mila nuovi disoccupati il monopattino scontato

Prossimo Servizio

VIDEO / Altra discussione su un autobus per una mascherina. Passeggera chiama i carabinieri

Ultime notizie su Emilia Romagna