Alluvione, il sindaco di Conselice ordina: Abbandonate le case, rischio sanitario per acque stagnanti

26 Maggio 2023
Lettura 1 min

La sindaca di Conselice, Paola Pula, “in accordo con la giunta e sentiti i capigruppo, ha appena firmato un’ordinanza che impone ai cittadini delle zone ancora allagate di lasciare le proprie abitazioni per motivi igienico sanitari”. Lo rende noto l’ente locale dopo l’alluvione che ha colpito l’Emilia-Romagna. La misura si e’ resa necessaria viste le difficolta’ di smaltimento delle acque dall’abitato di Conselice, dovuta alle grandi quantita’ di acqua presente sul territorio. La pericolosita’ della situazione e’ legata strettamente, e unicamente, al contatto con le acque stagnanti. “Il nostro unico obiettivo e’ quello di salvaguardare la salute e la sicurezza delle persone – dice la sindaca Paola Pula – Siamo in una situazione difficile ma, insieme, ne usciremo e voglio ringraziare tutti coloro che stanno lavorando incessantemente per questo. Al momento non ci sono emergenze sanitarie ma il ristagno dell’acqua, il mancato funzionamento delle fognature, le possibili interruzioni nell’erogazione dell’acqua potabile, la presenza di rifiuti non smaltiti, rendono rischioso permanere nell’abitato ancora allagato”. 

https://www.facebook.com/groups/824969380861793/?hoisted_section_header_type=recently_seen&multi_permalinks=23942254245373313

IL GIORNALE

Direttrice: Stefania Piazzo
La Nuova Padania, quotidiano online del Nord.
Hosting: Stefania Piazzo

Newsletter

Iscriviti alla nostra Newsletter!

Servizio Precedente

Inflazione e prezzi fuori controllo. Il Paese perde fiducia, non bastano le promesse

Prossimo Servizio

Europa dei popoli per il lavoro, i sindacati ci provano

Ultime notizie su Emilia Romagna

TornaSu