Terremoto in Europa. Le Pen doppia Macron. Il presidente convoca elezioni anticipate. Dimissioni anticipate anche per il premier belga

9 Giugno 2024
Lettura 1 min

 “Dopo aver effettuato le consultazioni previste dall’articolo 12 della nostra Costituzione, ho deciso di restituirvi con il voto la scelta del nostro futuro parlamentare. Sciolgo quindi stasera l’Assemblea Nazionale”. Lo annuncia il presidente francese Emmanuel Macron in un discorso alla nazione dopo i primi risultati delle elezioni europee che vedono la netta affermazione della destra guidata da Marine Le Pen (si al primo posto, col doppio dei voti su Macron). “Firmerò tra pochi istanti il ​​decreto di convocazione delle elezioni legislative che si terranno il 30 giugno per il primo turno e il 7 luglio per il secondo”, aggiunge Macron.

“È una vera emozione vedere questa bella forza popolare crescere in tutto il Paese. Il presidente, rispondendo all’appello di Jordan Bardella, ha annunciato lo scioglimento dell’Assemblea nazionale. Non posso che accogliere con favore questa decisione”, ha dichiarato Marine Le Pen commentando l’annuncio del presidente francese di indire le elezioni anticipate dopo i risultati delle europee vinte dal suo partito Rassemblement national. “Siamo pronti a esercitare il potere se i francesi si fidano di noi”, ha aggiunto.Dopo il pessimo risultato del partito liberale alle europee (appena il 5,9%) il premier belga Alexander de Croo ha annunciato le proprie dimissioni dall’incarico. De Croo – che guidava una coalizione di sette partiti – rimarrà alla guida ad interim fino alla designazione di un nuovo Primo ministro.

Il presidente francese Emmanuel Macron “ha compreso che così non si può governare in Francia”, magari “altri seguissero questo cammino in Spagna”. Lo ha detto il portavoce nazionale di Vox José Antonio Fúster, commentando i risultati delle europee in Francia nel quartier generale del partito a Madrid. Con Marine Le Pen “siamo buoni amici”, “come ha dimostrato la sua presenza alla convention Europa Viva”, ha aggiunto Fúster. 

 “Domani mi dimetterò da primo ministro”. Lo ha annunciato il primo ministro belga, Alexander De Croo, ammettendo la sconfitta del suo partito Liberali e Democratici Fiamminghi (Open Vld) alle elezioni europee. Con quasi il 90% dei voti conteggiati, Open Vld è attualmente al 5,9% nelle elezioni federali (8,1% in quelle regionali), in calo rispettivamente del 2,7% e del 5% rispetto alle elezioni precedenti. “Ma i liberali sono forti, torneremo”, ha aggiunto. È prassi in Belgio che dopo le elezioni il primo ministro presenta le dimissioni in modo che il re possa iniziare i colloqui per formare un nuovo governo. De Croo dovrebbe quindi ricoprire il ruolo di primo ministro ad interim.

IL GIORNALE

Direttrice: Stefania Piazzo
La Nuova Padania, quotidiano online del Nord.
Hosting: Stefania Piazzo

Newsletter

Iscriviti alla nostra Newsletter!

Servizio Precedente

Ue – In Italia alle 19 affluenza del 39,73%. Per Comunali è del 54,04%

Prossimo Servizio

Spagna, avanti il Partito popolare, seguono i socialisti di Sanchez. Cresce Vox

Ultime notizie su Elezioni

TornaSu