Sul malessere antieuropeo Salvini apre la campagna elettorale a Firenze, nasce asse Olanda-Italia-Francia

24 Novembre 2023
Lettura 1 min

“Il 3 dicembre a Firenze nascerà una nuova Europa”, dice Matteo Salvini, convocando alla Fortezza da Basso Marine Le Pen , Alice Weidel, copresidente di Alternative fur Deutschland, e Geert Wilders, leader di estrema destra che, alla guida del Pvv, ha vinto le elezioni in Olanda. L’appuntamento, che nei fatti apre la campagna elettorale per le europee della Lega, sta creando più di un mal di pancia a Firenze. 

E l’ultradestra austriaca si unisce alle celebrazioni per la vittoria di Geert Wilders in Olanda. “Bravo, Geert!!!!! Sono orgoglioso dei miei amici politici e della nostra alleanza”, scrive su X il segretario generale e capo delegazione del Partito della libertà austriaco (Fpoe) al Parlamento europeo, Harald Vilimsky, postando una foto in cui è ritratto insieme allo stesso Wilders, al leader della Lega, Matteo Salvini, e alla presidente del Rassemblement National, Marine Le Pen.

Intanto la sinistra radicale esce allo scoperto e chiama l’adunata: “Come antifascisti e antifasciste rifiutiamo categoricamente la presenza di questi soggetti nella nostra città. Organizziamo insieme una degna accoglienza a questi personaggi e scendiamo in piazza”, si dice dal Cpa Firenze Sud che la lancia la “mobilitazione antifascista” e convoca, per domani sera (alle 21), “l’assemblea cittadina antifascista” nella propria sede. “Salvini- è scritto in una nota del Cpa- è ministro di governo di guerra e repressione, di cementificazione e grandi opere, di una finanziaria lacrime e sangue che toglie a scuola, sanità e trasporti per dare alle industrie di armi. Un governo che provoca, minaccia e precetta i lavoratori e le lavoratrici in sciopero” ed è “completamente allineato con il sistema euro-atlantico quindi interno alle logiche della Nato e genocidio dello Stato d’Israele. Un governo complice e responsabile, sia politico che culturale, dei femminicidi in quanto apice della società patriarcale che legittima”, e che, “al pari degli scafisti rinchiude gli immigrati in veri e propri lager e prende accordi con l’Albania per una tratta ‘legalizzata’”.

IL GIORNALE

Direttrice: Stefania Piazzo
La Nuova Padania, quotidiano online del Nord.
Hosting: Stefania Piazzo

Newsletter

Iscriviti alla nostra Newsletter!

Servizio Precedente

Petizione per tutelare il ceto medio. Cida: il 14% dei lavoratori paga il 63% dell’Irpef

Prossimo Servizio

Carne “coltivata” versus allevamenti di massa. Allo Zoo su Antenna 3 il dibattito che divide politica e opinione pubblica. E i diritti degli animali?

Ultime notizie su Elezioni

TornaSu