Spagna, avanti il Partito popolare, seguono i socialisti di Sanchez. Cresce Vox

9 Giugno 2024
Lettura 1 min

In Spagna, secondo gli exit poll della tv pubblica Tve, il Partito popolare, attualmente all’opposizione, risulta in testa alle europee, ma a poca distanza dal Psoe del premier Pedro Sanchez, che ha resistito, in controtendenza rispetto a quanto accaduto in altri Paesi europei come la Germania, dove l’Spd di Olaf Scholz è stata superata non solo da Cdu/Csu ma anche dall’Afd. Il leader socialista, che questa mattina ha esortato gli elettori a votare per un’Europa progressista, è riuscito nella ‘remontada’ rispetto a quanto avevano previsto i sondaggi a inizio campagna elettorale, nonostante nei giorni scorsi la moglie, Begoña Gómez, sia stata chiamata a testimoniare dai giudici come indagata per presunta corruzione e traffico d’influenza a seguito di una denuncia sportiva dal sindacato vicino all’ultradestra Manos Limpias. Secondo gli exit poll il Pp avrebbe ottenuto il 32,4% dei voti pari a 21-23 seggi, in netta crescita rispetto agli attuali 13.

La crescita del Pp è speculare alla sparizione di Ciudadanos che passerebbe da 8 a 0 seggi. Il Psoe tiene, con il 30,2% dei voti, e una forbice tra i 20 ei 22 seggi rispetto ai 21 attuali. Cresce Vox con il 10,4% dei voti, pari a 6-7 eurodeputati, almeno due in più degli attuali 4. A sinistra del Psoe, Sumar di Yolanda Diaz avrebbe incassato tra 3 e 4 seggi e Podemos tra i 2 ei 3 seggi . Novità della tornata elettorale è il previsto ingresso del raggruppamento antisistema e di ultradestra ‘Se acabò la fiesta’ guidato dall’agitatore politico Luis ‘Alvise’ Pérez, che avrebbe ottenuto il 3,9% dei voti pari a circa due o tre seggi. In Spagna l’affluenza registrata alle 18 è stata pari al 38,35%; si tratta di un calo di ben 11,09 punti rispetto al 2019. Va però considerato che la precedente tornata elettorale coincide nel Paese iberico con il voto per elezioni comunali e regionali. Nel totale non sono conteggiati i voti per posta. Il Paese iberico, arrivato alle none elezioni da quando ha aderito all’Ue nel 1985-1986, elegge 61 eurodeputati dei 720 che faranno parte del nuovo Parlamento europeo.

IL GIORNALE

Direttrice: Stefania Piazzo
La Nuova Padania, quotidiano online del Nord.
Hosting: Stefania Piazzo

Newsletter

Iscriviti alla nostra Newsletter!

Servizio Precedente

Terremoto in Europa. Le Pen doppia Macron. Il presidente convoca elezioni anticipate. Dimissioni anticipate anche per il premier belga

Prossimo Servizio

Intention poll, Meloni davanti. Cresce Forza Italia, la Lega dietro (5° sconfitta consecutiva)

Ultime notizie su Elezioni

TornaSu