Pd, Letta capolista sceglie il Lombardoveneto Lombardia e Veneto. Candidato Crisanti per circoscrizione Europa

16 Agosto 2022
Lettura 1 min

Nella notte la direzione del Pd ha varato le liste con i candidati. La votazione della relativa delibera ha fatto registrare 3 contrari e 5 astenuti. Al voto non ha partecipato Base riformista, la corrente guidata dal ministro della Difesa Lorenzo Guerini e dall’ex ministro Luca Lotti; quest’ultimo, peraltro, è rimasto escluso dalle liste al termine di un durissimo braccio di ferro. Il risultato di una direzione slittata per tre volte proprio a causa delle tensioni interne (avrebbe dovuto tenersi alle 11, poi alle 20 e poi alle 20.30 ma Letta si è palesato solo alle 23) ha decretato che il segretario sarà capolista alla Camera in Lombardia e Veneto mentre l’economista Carlo Cottarelli a Milano e il virologo Andrea Crisanti nella circoscrizione Europa. Quattro under 35 capolista: Rachele Scarpa, Cristina Cerroni, Raffaele La Regina, Marco Sarracino.

 Sottolineato dalle fonti dem il rispetto della parità di genere nelle liste. A Bari, collegio uninominale per la Camera, correrà la scienziata Luisa Torsi. Per il Senato, al proporzionale in Puglia correranno Francesco Boccia, Valeria Valente e Antonio Misiani. Eppure, proprio relativamente alla Puglia si registra il Tweet polemico del senatore Dario Stefano, che due giorni fa ha annunciato che lascerà il partito colpevole, a suo dire, di aver “sacrificata l’agenda Draghi per un indistinto programma generalista”.

Per Stefano, “La volontà di #Letta e #Boccia di ‘trasformare questo partito tradizionalmente maschilista in un partito femminista che dia spazio alle donne’ si è arenata con la sostituzione capigruppo #PD Camera e senato nel 2021. In #Puglia, nessuna #donna capolista. Nessuna vergogna?”.

IL GIORNALE

Direttrice: Stefania Piazzo
La Nuova Padania, quotidiano online del Nord.
Hosting: Stefania Piazzo

Newsletter

Iscriviti alla nostra Newsletter!

Servizio Precedente

Sfattoria degli ultimi. I gestori: Non comprendiamo attacco degli allevatori di suini e cinghiali

Prossimo Servizio

Il senatore Stefano (che lascia il Pd): Liste maschiliste, nessuna vergogna?

Ultime notizie su Elezioni

Salvini non vuole Draghi. Ma chi vuole Salvini?

“Alcune scelte europee, votate al Parlamento europeo, sono fatte contro l’Italia Sfido anche chi non la pensa come me a verificarlo”. Così il leader della Lega Matteo Salvini, intervenendo ‘Parla come mangi’ su Telelombardia.
TornaSu

Don't Miss