Mura su Facebook: Subito congresso della Lega Lombarda e via i commissari

Lettura 2 min

di Roberto Mura (dalla pagina facebook) – Stamattina, analizzando il disastro elettorale della Lega, leggo i tanti commenti sui social e sulla stampa. Non voglio riprendere anch’io gli infiniti problemi legati al “merito” delle scelte della gestione Salvini, scelte che sono iniziate molto prima dell’inizio della campagna elettorale. Io qui vorrei limitarmi a riprendere il tema a me caro del “metodo” che ormai esiste in Lega da tempo!

Ho iniziato a “denunciare”con spirito costruttivo i problemi nella gestione della Lega Salvini Premier a Pavia in occasione delle scelte sui candidati fatte dal commissario provinciale (nominato e non eletto!) e da pochi suoi intimi fedelissimi in occasione delle ultime Elezioni Provinciali dello scorso 18 dicembre 2021. Sollevare la questione mi è costata una richiesta di sospensione di 10 mesi e la richiesta di decadenza da Capogruppo Lega in Consiglio Comunale a Pavia, richieste a cui peraltro non è mai stato dato seguito sia per l’accoglimento della richiesta sia per il suo annullamento.

Ma torniamo agli errori che non sono legati solo ad una campagna elettorale completamente sbagliata, ma anche e soprattutto ad una gestione della Lega Salvini Premier che è stata sostenuta solo da Matteo Salvini, che ha identificato la Lega esclusivamente con la sua immagine senza affidarsi per un supporto e un sostegno a quel patrimonio unico e inestimabile di Militanti e Amministratori eletti a tutti i livelli istituzionali che la Lega ha costruito in decenni di un lavoro straordinario sui territori.

La Lega è diventata un partito dove non ci sono più i congressi, dove non ci sono più le occasioni di confronto, dove tutte le decisioni vengono calate dall’alto, dove i Militanti servono solo per fare i gazebi senza mai essere ascoltati e dove ormai la fanno da padrone i leccaculo, gli amici, gli amici degli amici, le fidanzate, le fidanzate degli amici e gli amici delle fidanzate, come purtroppo abbiamo visto anche in occasione delle candidature per queste elezioni politiche.

Il risultato di questa gestione è sotto gli occhi di tutti! Si è disperso quel patrimonio che ha permesso alla Lega di essere un fiore all’occhiello del panorama politico: aver sempre seguito le istanze e le esigenze della nostra gente, essere stati i portavoce delle questioni care al nostro popolo!!

Si è cercato di far credere che tutto andava bene, ma lo dico da tempo che non serve prenderci in giro tra di noi e che i problemi vanno affrontati, e così siamo arrivati sotto il 9% perché è la nostra gente che non crede più in noi!

Cosa va fatto?

Tutti i commissari vanno subito rimossi e va convocato IMMEDIATAMENTE il Congresso della Lega Lombarda per confrontarsi seriamente sulla questione settentrionale, sull’autonomia, sul federalismo e sui temi del Nord per poter ripartire con determinazione per la realizzazione dei nostri ideali … abbiamo perso già troppo tempo!!!

Un’ultima cosa, un messaggio a chi è stato eletto negli Uninominali raccomando di non esultare troppo ed evitare i trionfalismi a volte anche ridicoli, perché chi potrà sedere in Parlamento non deve dimenticare mai che questo sarà stato possibile soprattutto per il contributo in termini di voti di Fratelli d’Italia!!

Servizio Precedente

Il perdente Salvini: Non faccio passi indietro

Prossimo Servizio

Reguzzoni: Dalle urne esce netta la contrapposizione Nord-Sud. Che errore pensare politicamente ancora a destra-sinistra

Ultime notizie su Elezioni