Europee, meno della metà degli italiani al voto. Meloni sfiora il 30%, primo partito in tutto il Nord, Lega solo terza. Forza Italia supera Salvini ma il partito è di Vannacci. Fuori Renzi e Calenda. Libertà di De Luca al 7,6% in Sicilia

10 Giugno 2024
Lettura 2 min

Mai così pochi al voto per le elezioni Europee. Il dato dell’affluenza, sui 63.905 seggi, riferito dalla piattaforma Eligendo, indica che ha votato il 48,21% degli aventi diritto in Italia e all’estero. Si tratta di un calo del 6,29% rispetto al 54,5% del 2019. 

Le elezioni europee 2024 registrano il successo di Pd, FdI, Avs rispetto alle politiche del 2022. In lieve miglioramento FI e Lega. Maschio M5s, che potrebbe non essere in doppia cifra. Restano fuori dall’Europarlamento i liberali di Stati Uniti d’Europa e Azione. L’affluenza in Italia e’ per la prima volta nella storia inferiore al 50%: oggi siamo al 48,21% e nel 2019 fu del 54,5% (-6,29%). Con il 97% delle sezioni scrutinate (i dati sono del Viminale) FdI e’ il primo partito con il 28,83% (alle politiche del 2022 ebbe il 26%, alle europee del 2019 il 6,44%). Il Pd e’ la forza politica che guadagna di piu’ con il 24,04% (nel 2022 ebbe il 19,1%, nel 2019 il 22,74%).

Avs e’ al 6,62% (nel 2022 ebbe il 3,6%). FI (che ha incorporato i voti di Noi moderati) ha il 9,72% (nel 2022 ebbe l’8,1%, nel 2019 l’8,78%). La Lega ha il 9,14% (nel 2022 ebbe l’8,8%, nel 2019 il 34,26%). Il M5s ha il 9,91% (nel 2022 ebbe il 15,4%, nel 2019 il 17,06%). Stati Uniti d’Europa e Azione sono sotto lo sbarramento del 4%. Il partito di Renzi, Bonino e Maraio ha il 3,73%. Quello di Calenda il 3,31%.

Restano fuori dall’Europarlamento le altre liste, tra cui ‘Pace terra dignita” di Santoro, ‘Liberta’-Sud chiama Nord’ di De Luca e Castelli, ‘Alternativa popolare’ di Bandecchi e ‘Democrazia Sovrana popolare’ di Rizzo.

 Nelle circoscrizioni FdI e’ il primo partito nel nordovest, nordest, centro e isole. Il Pd e’ primo nella circoscrizione sud. La Lega e’ il terzo partito nel nordovest e nel nordest. FI e’ seconda nelle isole. Il M5s e’ la terza forza nelle circoscrizioni sud e centro.

A livello regionale FI e’ prima in Sicilia e Calabria. Il Pd e’ primo in Emilia Romagna, Toscana, Campania, Puglia e Basilicata. Seconda Forza M5s in Campania. Avs e’ in doppia cifra nel Trentino Alto Adige e in Valle d’Aosta.

La Lega e’ solo terza in Piemonte, Lombardia, Veneto e Friuli Venezia Giulia.

‘Liberta’-Sud chiama Nord’ di Cateno De Luca ha il 7,63% in Sicilia. Per quanto riguarda le preferenze Giorgia Meloni detta ‘Giorgia’ non ha rivali in FdI e supera i due milioni di voti. Nel Pd Elly Schlein e’ in testa, ma non di molto nelle circoscrizioni centro e isole dove ha corso. Bene Nardella, Ricci e Zingaretti. Più indietro Tarquinio e Bartolo. Nel sud il sindaco di Bari Decaro e’ in testa. Cecilia Strada guida nel nordovest, Bonaccini e’ largamente in testa nel nordest.

Il generale Roberto Vannacci vince la sfida delle preferenze nella Lega. Antonio Tajani e’ primo nelle 4 circoscrizioni dove si e’ presentato, ma Caterina Chinnici non e’ in testa nelle isole. Nel M5s Carolina Morace e’ prima al centro, Tridico guida nel sud.

In Avs Ilaria Salis fa il pieno di voti. Bene Mimmo Lucano nel sud e nel nordest. Renzi e’ primo nelle preferenze di Stati Uniti d’Europa nelle quattro circoscrizioni dove si e’ presentato. La lista ‘Stati Uniti d’Europa’, non avendo superato lo sbarramento del 4%, non avra’ comunque seggi all’Europarlamento.

credit foto marius-oprea-ySA9uj7zSmw-unsplash

IL GIORNALE

Direttrice: Stefania Piazzo
La Nuova Padania, quotidiano online del Nord.
Hosting: Stefania Piazzo

Newsletter

Iscriviti alla nostra Newsletter!

Servizio Precedente

Il Partito Popolare e il rebus della maggioranza nel Parlamento europeo

Prossimo Servizio

La Lega al contrario – Cosa fate, ora espellete Bossi, “il traditore”? Carroccio senza Vannacci non va più da nessuna parte

Ultime notizie su Elezioni

TornaSu