Vertice Conferenza Regioni con Giorgetti e Fedriga

Lettura 2 min

Oggi, alla Rotonda a Mare di Senigallia, si riunisce la Commissione sviluppo economico della Conferenza delle Regioni e delle Province autonome italiane, anche in diretta su facebook e youtube. Una occasione di confronto e rilancio del tessuto economico avvalorata dalla presenza del ministro dello Sviluppo Economico Giancarlo Giorgetti e dal contributo del presidente della Conferenza delle Regioni Massimiliano Fedriga, presidente del Friuli Venezia Giulia.

All’evento parteciperanno anche sultan bin Saeed Al Mansoori, ministro dell’Economia degli Emirati Arabi Uniti dal 2008 al 2020, Gino Sabatini, presidente Camera di Commercio delle Marche, in rappresentanza delle categorie produttive, Mirco Carloni, vice presidente della Regione Marche e coordinatore della Commissione Sviluppo Economico della Conferenza Nazionale delle Regioni e Province autonome, Gian Luca Gregori, rettore della Università Politecnica delle Marche, assessori regionali ed imprenditori marchigiani tra cui Roberta Fileni, amministratore Gruppo Fileni, Paolo Merloni, presidente Ariston Group, Alberto Rossi, presidente Frittelli Maritime Group, Roberto Selci, ad di Biesse Group e Fabio Tamburini, direttore de Il Sole 24 Ore. Per la prima volta la Commissione, sottolinea Mirco Carloni, “si riunirà fuori dalla sua consueta sede romana e si incontrerà a Senigallia, nelle Marche. È una grande occasione, ringrazio i miei colleghi della Commissione ed il Presidente della Conferenza delle Regioni Massimiliano Fedriga che ci ha dato la possibilità di riunirci ed ovviamente il Ministro Giorgetti per la sua presenza”.

“L’Italia può ripartire dalle regioni – continua Carloni – ed insieme possiamo rigenerare il tessuto economico nazionale lacerato da troppa instabilità ognuno con la propria peculiarità e specificità. Il presidente Francesco Acquaroli ed io siamo orgogliosi che proprio le Marche aprano le porte ad un importante confronto che valorizza l’identità di ogni singola regione come risorsa per raggiungere, unite, un obiettivo più grande. Questa è la sfida che dobbiamo raccogliere tutti insieme per il rilancio dell’economia del nostro Paese”.

Servizio Precedente

Calenda: Che errore allargare l'Ue a Orban, col diritto di veto. L'Ungheria vale meno della Lombardia

Prossimo Servizio

Bce, rialzo dei tassi a luglio

Ultime notizie su Economia