Veneto. Per Coldiretti i danni all’agricoltura sono “incalcolabili”

/
Lettura 2 min

Una tragedia per l’agricoltura veneta. Danni “incalcolabili”, stimati in via provvisoria in decine di milioni di euro, si contano nelle campagne del Veneto, secondo Coldiretti, dopo la nuova ondata di maltempo di ieri.
Tra le piu’ colpite le campagne del veronese, gia’ flagellate dal nubifragio di una settimana fa: coltivazioni sott’acqua, alberi e vigneti divelti, frutti sbattuti a terra, impianti antigrandine distrutti, serre e stalle scoperchiate. Questo e’ l’esito del primo monitoraggio della Coldiretti provinciale di Verona.

Come riporta l’agenzia dell’ANSA Le trombe d’aria hanno strappato le reti protettive e fatto volare tetti e tegole di stalle e ricoveri. Centinaia le viti sradicate e le piante da frutto spezzate. Dopo le prime segnalazioni nel veronese – evidenzia Coldiretti – la perturbazione si e’ spostata a Lugana e Colognola ai Colli caricandosi di nubi e provocando trombe d’aria a Montecchia di Crosara, Fagnana e Roncoleva’.

In questa zona raffiche di vento hanno scoperchiato edifici, annessi rustici facendo volare serre ed impianti di protezione di vigneti e frutteti. La furia del maltempo, passando nella bassa padovana, non ha risparmiato l’Altopiano di Asiago con grandine e bombe d’acqua fino a valle verso Arzignano, Thiene e Malo nel vicentino. A farne le spese intere coltivazioni di soia e mais, orticole in pieno campo e strutture agricole. Danni anche nel trevigiano lungo la fascia del Grappa a Vittorio Veneto, Fregona fino a Belluno dove la tempesta e’ caduta con chicchi grossi come uova nella zona di Vodo, a Sedico, Sospirolo e Feltre.

Servizio Precedente

Maltempo flagella il Nord, 150 abitazioni colpite nel Vicentino. Due bambine muoiono in campeggio in Toscana

Prossimo Servizio

Lampedusa, il sindaco proclama sciopero generale: siamo oltre ogni limite di sopportazione umana

Ultime notizie su Economia