VACANZE DI NATALE E CAPODANNO. A LIVELLO PRE PANDEMIA MA CON UN OCCHIO AI PREZZI

Lettura 1 min

di Gigi Cabrino – Confcommercio con Swg ha pubblicato i dati di un’indagine sulle scelte per queste vacanze di Natale e Capodanno.
“Quasi 20 milioni di italiani faranno una vacanza tra Natale e Capodanno, un dato che si avvicina a quello del 2019. È il dato principale della rilevazione condotta da SWG per Confcommercio sulle vacanze degli italiani a Natale e Capodanno”.


“Quasi 20 milioni di italiani faranno una vacanza tra Natale e Capodanno, un dato che si avvicina a quello del 2019. È il dato principale della rilevazione condotta da SWG per Confcommercio sulle vacanze degli italiani a Natale e Capodanno”.


Per Natale saranno 9 milioni gli italiani in viaggio, “il 93% dei quali resterà in Italia. Fra questi, il 60% all’interno della regione di residenza. Poco più della metà (il 55%) starà via al massimo per due giorni e solo uno su dieci farà una vacanza superiore ai cinque giorni, includendo quindi anche Capodanno. Quanto alla spesa, sarà in tutto di 5 miliardi di euro, ovvero 550 euro a persona. A partire saranno principalmente persone tra i 35 e i 54 anni, in prevalenza del Nord-Est e Nord-Ovest. Le regioni più visitate saranno Lombardia, Lazio, Campania e Trentino Alto Adige, mete tradizionali per il periodo a cui si aggiungerà quest’anno la Puglia”.


10,3 milioni invece le persone che faranno vacanza a Capodanno, “oltre il 20% dei quali sceglierà mete estere, soprattutto Spagna, Francia e Germania. Tra chi resterà in Italia, la metà resterà nei confini regionali. Tra le regioni vincerà la Puglia, seguita da Trentino Alto Adige, Lombardia, Veneto e Lazio. La durata media del soggiorno fuori casa sarà in linea con quella della settimana precedente, ad aumentare sarà invece la quota di vacanzieri tra i 18 e i 34, contraddistinti in media da un potere d’acquisto più ridotto. La spesa complessiva, di conseguenza, si ridurrà lievemente rispetto a Natale, totalizzando poco più di 4,5 miliardi, ovvero 440 euro a testa. Per queste festività gli italiani puntano a visitare città d’arte e borghi, oltre alle destinazioni montane, scelte dal 19%”.


Il presidente di Confcommercio Sangalli ha commentato così i dati dell’indagine: “Venti milioni di italiani in viaggio tra Natale e Capodanno, oltre agli stranieri, sono un buon segnale per tutta la filiera turistica e per il Paese, ma la spesa è ancora debole e i problemi strutturali restano irrisolti. Proprio per questo il turismo deve avere maggior peso nelle politiche del Governo perché se cresce il turismo cresce l’intera economia”.

Gigi Cabrino nato a Casale Monferrato (AL) nel 1977, laureato in economia aziendale, in Teologia e specializzato in servizi socio sanitari, padre di quattro figli. Consigliere comunale a Villanova Monferrato per due mandati a cavallo del secolo scorso e a San Giorgio Monferrato dal 2019. Lavoro nella scuola pubblica da alcuni anni come insegnante prima e tra il personale non docente poi. Atleta di fondo e mezzofondo da sempre.

Servizio Precedente

REDDITO DI CITTADINANZA L’INGIUSTIZIA PER GLI ONESTI LAVORATORI CONTINUA

Prossimo Servizio

Non c’è più la Svizzera di una volta… Contributi per errore alla polisportiva di Campione d’Italia

Ultime notizie su Economia