Twitter e Facebook perdono 51 miliardi dopo censura Trump

Lettura 1 min

 I social media Facebook e Twitter hanno subito un calo del loro valore di mercato combinato di ben 51,2 miliardi di dollari, dopo la loro decisione di bandire il presidente Donald Trump dalle loro piattaforme. Lo riferisce “Business Insider”. A subire il danno finanziario maggiore e’ stato Facebook, la cui capitalizzazione di mercato e’ crollata di ben 47,6 miliardi di dollari. Twitter, invece, ha subito una svalutazione di 3,5 miliardi di dollari. Entrambe le societa’ hanno annunciato la scorsa settimana l’espulsione permanente dalle loro piattaforme del presidente Trump, a seguito dell’irruzione di sostenitori del presidente a Capitol Hill. Entrambe le piattaforma hanno giustificato la loro decisione accusando il presidente di fomentare la violenza sociale e politica negli Stati Uniti. 

Servizio Precedente

Galli: ripresa contagi interferisce su piano vaccini. Chi governa non ci bada

Prossimo Servizio

Usa: "Project Veritas" pubblica comunicazione interna di ad Twitter su espulsione Trump

Ultime notizie su Economia