Tornano i soldi sotto al materasso. Clima terrore, paura e meno lavoro non fa spendere

Lettura 1 min

Paura, terrore del contagio. Proibizioni, e soprattutto lavoro che si perde, ridotto, mancati guadagni… La pandemia fa esplodere il risparmio precauzionale. I depositi bancari crescono di 126 miliardi da settembre 2019 a settembre 2020, nonostante una riduzione del PIL che dovrebbe essere valutata in circa 168 miliardi (122 dei quali già accertati nei primi nove mesi dell’anno). La propensione al risparmio si impenna dall’11,8 al 20 per cento del reddito. Sono dati raccolti dall’Indagine sul Risparmio degli italiani nel 2020. Il rapporto è stato curato dalla Direzione Studi e Ricerche di Intesa Sanpaolo insieme al Centro Einaudi. Per il 3,1 per cento degli intervistati la crisi sanitaria è diventata una crisi economica profonda: 600 mila famiglie potenzialmente in difficoltà. 

Photo by Helen Shi 

Servizio Precedente

E' morto il giornalista Arturo Diaconale

Prossimo Servizio

Covid in Piemonte, ci deve pensare anche Israele. Arriva task force di medici

Ultime notizie su Economia