Svizzera. Dopo bocciatura a stop stranieri, Conte da Sommaruga: accordo su frontalieri entro l’anno

29 Settembre 2020
Lettura 1 min

 Dopo il no al referendum per fermare l’arrivo di manodopera straniera in Svizzera, una sorta di Brexit per congelare la libera circolazione delle persone, resta aperto il nodo frontalieri. Non è un caso che si sia tenuto um vertice tra il premier italiano e il presidente della confederazione.

“I frontalieri sono molto importanti. Vogliamo un accordo quanto più possibile vantaggioso nel reciproco interesse e auspichiamo che possa essere raggiunto entro fine anno”. Così il premier, Giuseppe Conte, in una dichiarazione congiunta alla stampa con la presidente della confederazione Elvetica Simonetta Sommaruga.

Conte ha ricordato come “la crisi abbia mostrato quanto siano preziosi i lavoratori italiani in Svizzera e in particolare nel Ticino”. “Con la presidente Sommaruga – ha aggiunto il premier – abbiamo salutato con favore i progressi fatti dal ministero dell’Economia e la Svizzera per un negoziato sul trattamento fiscale dei lavoratori frontalieri” e, entro la fine dell’anno, ha annunciato Conte ci sarà l’accordo. 

IL GIORNALE

Direttrice: Stefania Piazzo
La Nuova Padania, quotidiano online del Nord.
Hosting: Stefania Piazzo

Newsletter

Iscriviti alla nostra Newsletter!

Servizio Precedente

Udienza su richiesta revoca arresti per Di Rubba e Manzoni

Prossimo Servizio

Caso Genoa, la “Waterloo dei tamponi”: 14 positivi, poco prima negativi

Ultime notizie su Economia

Openpolis, il Pil delle regioni italiane

L’ultimo interessante report della Fondazione Openpolis esamina il Pil delle regioni in Europa. In particolare, nell’evidenziare le differenze regionali italiane, si legge: “In Italia, tutte le prime regioni e province per produzione
TornaSu