STATO DI PRE ALLERTA – Ha poco da cantar vittoria il prossimo governo. Russia sforbicia al 18% la fornitura di gas all’Italia

24 Agosto 2022
Lettura 1 min

Chiunque sia a entrare a Palazzo Chigi saranno subito brutte gatte da pelare. La prospettiva dellìautunno appare già gelida. Il piano di risparmio del governo è pronto, sapremo cosa ci aspetta con ogni probabilità la settimana prossima, quando verrà illustrato ai media.

Tuttavia, in una nota, l’Adnkronos fa sapere che l’Italia, sull’emergenza gas, “rimane in preallerta, non c’è nessun motivo di passare al livello 2, di allarme”. E questo nonostante i prezzi abbiano ormai sfiorato la soglia psicologica dei 300 euro al Megawatt ora. “Gli stoccaggi sono all’80%, il gas russo è stato sforbiciato al 18% del totale mentre solo pochi mesi fa eravamo al 40%. L’importante adesso è fare i rigassificatori”. A spiegarlo all’Adnkronos autorevoli fonti di governo, mentre continuano a rimbalzare voci su interventi imminenti.

IL GIORNALE

Direttrice: Stefania Piazzo
La Nuova Padania, quotidiano online del Nord.
Hosting: Stefania Piazzo

Newsletter

Iscriviti alla nostra Newsletter!

Servizio Precedente

VIDEO – Standing ovation per Draghi al Meeting. I selfie e la foto di gruppo con i giovani volontari

Prossimo Servizio

La storia, più che infinita, di Ita (ex Alitalia)

Ultime notizie su Economia

La “solita” procedura d’infrazione?

di Gigi Cabrino – Era prevista ed è arrivata.La commissione UE ha avviato una procedura di infrazione contro Italia, Francia e altri cinque paesi: Belgio, Ungheria, Malta, Polonia e Slovacchia. Nella valutazione
TornaSu